MERCOLEDÌ 11 SETTEMBRE 2019, 17:21, IN TERRIS

LA RICORRENZA

11/9, il messaggio di Trump ai nemici dell'America

Il mondo si ferma con gli Stati Uniti per ricordare l'orrore. E il presidente avverte: "Useremo la forza con chi ci colpisce

DAMIANO MATTANA
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Donald e Melania Trump alla commemorazione per l'11 settembre
Donald e Melania Trump alla commemorazione per l'11 settembre
U

n minuto di silenzio per ricordare quasi tremila vittime. Un minuto soltanto, in cui condensare ricordi, dolore, quei residui di rabbia che ancora vivono nei cuori di chi in quel giorno perse tutto. Perché al World Trade Center, in quell'11 settembre, a morire furono genitori, figli, amici. Migliaia di famiglie in lutto, un Paese messo in ginocchio, un mondo intero a osservare impietrito, fermando per sempre il suo orologio a quel martedì, quando la follia dell'uomo si materializzò a Lower Manhattan, spezzando la tranquillità di una normalissima mattina di fine estate per ferire in modo indelebile il volto dell'umanità intera. Gli Stati Uniti si fermano, come sempre e come tutti: quei sessanta secondi di silenzio sembrano durare per sempre, oggi come ogni volta negli ultimi diciotto anni. Quasi non sembra che sia passato così tanto tempo, tanto i fermo immagine di quella giornata sono impressi nella memoria collettiva di ogni uomo o donna che li ricorda. E di ogni bambino di allora, che uomo lo è oggi e che l'orrore lo ha conosciuto presto. Per averlo visto da vicino o magari via tv, sintonizzato su New York come tutti quella mattina, praticamente in tutto il mondo.


La trattativa

Donald e Melania Trump presenziano alla cerimonia al Pentagono, dove l'11 settembre 2001 si schiantò il volo 77 dell'American Airlines, provocando quasi 200 vittime complessive. E, dopo l'omaggio ai quasi tremila che persero la vita quel giorno fra civili e first responders, nominati uno per uno, il presidente qualche dichiarazione la rilascia, per chiarire alcuni aspetti legati al naufragio delle trattative di pace coi talebani, rovesciati con la campagna in Afghanistan scatenata proprio dagli attentati del 2001 e che Trump aveva promesso di fermare, già in fase di campagna elettorale. Un paio di giorni fa era stato fissato un appuntamento a Camp David, top secret fino al momento in cui l'inquilino della Casa Bianca ha deciso di rivelarne l'annullamento, motivandolo con la rivendicazione, da parte dei talebani, dei più recenti attentati a Kabul: "Volevano mostrare la loro forza - ha ribadito il Tycoon -, invece hanno mostrato la loro debolezza e negli ultimi 4 giorni abbiamo colpito il nemico come mai prima".


Il messaggio

Ma non si limita a spiegare la situazione Donald Trump. Nel giorno in cui si commemora la peggiore tragedia nella storia del Paese, il presidente sceglie di lanciare un messaggio, come per ricordare che, ancora oggi, gli influssi dell'11 settembre siano più vivi che mai e facciano male quanto allora: "Se per qualsiasi ragione i nostri nemici torneranno nel nostro Paese, andremo ovunque siano e useremo la forza, del tipo che gli Stati Uniti non hanno mai usato prima. E non sto nemmeno parlando della forza nucleare. Non avranno mai visto nulla di ciò che accadrà loro. Nessun nemico sulla terra può essere al livello della schiacciante forza e potenza delle forze armate americane". E chiude con un pensiero per coloro che dell'odio furono vittime innocenti: "Questo è il vostro anniversario di una perdita personale e permanente ma i vostri cari non saranno mai dimenticati".

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
SICILIA

Palermo, ventenne ucciso a coltellate

Tragedia all'uscita dalla discoteca a Terrasini, in provincia di Palermo, dove un giovane di venti anni è...
Iraniani a Teheran indossano la mascherina - Foto © AFP
EMERGENZA GLOBALE

Coronavirus, la paura da Pechino al Medio Oriente

Aumentano i casi di contagio globale. In Iran isolata la città santa di Qom
Clochard
MORIRE DI FREDDO

Il gelo dell'indifferenza uccide i più fragili

In preghiera a Genova per i clochard. 51 mila a rischio in Italia
ALLARME SANITARIO

"I social contagiano la psiche"

Appello degli psicologi contro la "diffusione digitale del virus del terrore"
Coronavirus
L'EPIDEMIA

Coronavirus, aumentano i casi nel Nord Italia

A Crema registrata la terza vittima, stop a scuole e musei in tutto il Settentrione. Milano chiude il Duomo, Venezia il...
Preghiera
EMERGENZA SANITARIA

Coronavirus, a Padova scuola di preghiera da casa su YouTube

Alla Basilica di Assisi si è pregato oggi per la fine dell'epidemia
Sala parto
NASCITE

Troppo bisturi in sala parto. All'Italia il record Ue

Negli ultimi 15 anni è raddoppiato il numero dei bambini nati con parto cesareo (1 su 5 nel mondo, 1 su 4 in Italia)
Macerie nella provincia di Van, in Turchia
IL SISMA

Terremoto di 5.7 fra Iran e Turchia

Epicentro in territorio iraniano ma 7 vittime segnalate nella provincia turca di Van, numerosi gli edifici crollati
Xi Jinping
CORONAVIRUS

Xi: "La nostra emergenza sanitaria più grave dal '49"

Le vittime in Cina sono 2.442, allerta massima anche in Giappone e Corea del Sud. In quarantena i migranti sbarcati a Pozzallo
Papa Francesco incontra i fedeli - Foto © Vatican Media
CHIESA IN USCITA

Papa Francesco a Bari: scegliere l’estremismo della carità

L'omelia del Santo Padre alla messa in Corso Vittorio: "Gesù, col suo amore senza limiti, alza l’asticella...
Papa Francesco a Bari - Foto © Vatican Media
CHIESA IN USCITA

Il Papa: "La guerra è il fallimento di ogni progetto umano e divino"

Il Santo Padre al convegno "Mediterraneo frontiera di pace": "Non ci sono vie alternative al dialogo"
Mediterraneo frontiera di pace
CHIESA IN USCITA

Nel Mediterraneo come promotori di pace

Chiusi i lavori del meeting dei vescovi mediterranei a Bari. Bassetti: "Le Chiese non siano più rivali"
Raccolta differenziata
LA GREEN ECONOMY DEI PICCOLI

"Noi bambini ricicliamo più degli adulti"

Letizia, 11 anni: "Ho chiesto ai miei genitori di parlarmi di Greta. E a casa faccio la raccolta differenziata"

Chi riduce il cristianesimo a una regoletta

"Vogliamo pregare anche per quelli che hanno colpito il mio papà perché, senza nulla togliere...

Chi ci perde se nasce un bambino in più?

Sul fronte della difesa della vita “dal concepimento alla morte naturale” le buone notizie sono una...
L'EPIDEMIA

Coronavirus, Conte: "Il decreto legge è per tutelare la salute degli italiani"

Nel provvedimento misure per il contenimento e la gestione dell'emergenza epidemiologica