GIOVEDÌ 01 DICEMBRE 2016, 15:59, IN TERRIS

Kiev avvia test missilistici, Mosca risponde schierando le navi

Il ministro Inglese degli Esteri, Boris Johnson: "Il sostegno della Russia ai separatisti nell'Ucraina dell'Est e le azioni in Siria a favore del regime di Assad hanno causato immense sofferenze umane.

MATTIA SHERIDAN
Kiev avvia test missilistici, Mosca risponde schierando le navi
Kiev avvia test missilistici, Mosca risponde schierando le navi
L'Ucraina ha avviato esercitazioni missilistiche vicino al confine con la Crimea allo scopo di testare i sistemi missilistici terra-aria a medio raggio S-300. Lo riporta l'agenzia russa Ria Novosti, che cita fonti militari. I missili voleranno a 30 km dallo spazio aereo della Crimea. Navi russe della flotta del Mar Nero hanno preso posizione a ovest della penisola di Crimea per fornire difesa aerea al territorio russo.

E' lo scenario dell'ultimo scontro tra Mosca e Kiev, in tensione ormai da anni.  "I lanci sono già iniziati, tutto sta andando secondo i piani", ha detto alla Tass Vladimir Kryzhanovsky, capo del ramo meridionale del servizio stampa delle forze armate ucraine. "Lo scopo dell'esercizio è quello di acquisire esperienza nell'utilizzo di questi sistemi missilistici anti-aerei e per controllare la qualità dei razzi, che sono stati riparati, nonché a migliorare le competenze delle unità missilistiche", ha precisato aggiungendo che non vi è stata alcuna risposta da parte russa - i missili voleranno a 30 chilometri dallo spazio aereo della Crimea.

Nel frattempo però, come detto, navi russe della flotta del Mar Nero hanno preso posizione a ovest della penisola di Crimea per fornire difesa aerea al territorio russo.

Putin, parlando al Parlamento, ha chiarito - per la verità parlando a largo spettro e indirizzandosi implicitamente a Usa e Unione europea - la posizione del Cremlino: "Noi non vogliamo nemici, abbiamo bisogno di amici, ma non possiamo trascurare nostri interessi. Vogliamo un sistema stabile di relazioni internazionali per il futuro, senza monopoli e senza limiti alla libertà di parola: la Russia è stata accusata di imporre censura sui suoi media ma alcune nostre controparti stanno facendo proprio questo", ha aggiunto.

Non la pensa così il ministro Inglese degli Esteri, Boris Johnson: "Il sostegno della Russia ai separatisti nell'Ucraina dell'Est e le azioni in Siria a favore del regime di Assad hanno causato immense sofferenze umane. L'annessione illegale della Crimea non è stata dimenticata e le ripetute provocazioni verso la Nato e i suoi alleati non possono essere tollerate. Per questo è giusto continuare a respingere l'aggressione. Le sanzioni sono un'importante leva e comportano un costo per lo Stato russo. Noi tutti dobbiamo continuare a sostenerle".

 

 
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
VITERBO

Anziani coniugi trovati morti in casa

La coppia era stata avvolta nel cellophane. Ricercato il figlio che viveva con loro
COPPA ITALIA

Fiorentina e Milan, tris per i quarti

Stese Samp e Verona (3-2 e 3-0): derby al prossimo turno per Gattuso. Forte contestazione a Donnarumma
Giuseppe Sala
EXPO 2015

Sala accusato di concorso in abuso d'ufficio

Al sindaco di Milano è stato contestato il reato in relazione al capitolo "verde" dell'appalto per la...
Silvio Berlusconi
RISCHIO STRAPPO

Berlusconi: "Salvini? Fa i capricci"

Il leader del Carroccio duro dopo il 'no' di Forza Italia alle legge sui reati gravissimi: "Stop agli...
Pesante sentenza di condanna per un giovane marocchino
TORINO

Sei anni al jihadista "della porta accanto"

Marocchino condannato per terrorismo
Il procuratore Verzera
CATANIA

Anziane sorelle massacrate in casa

Uccise a coltellate. Si segue la pista della rapina
Miliziani dell'Isis
GENOVA

Istigazione al terrorismo, tunisino indagato

Sulla sua pagina Facebook foto e video inneggianti all'Isis
Senato
BIOTESTAMENTO

Si va verso l'approvazione della legge

Passano i primi articoli. Centro Studi Livatino: "Sigillo funesto a un Paese che sta scomparendo"