VENERDÌ 08 MAGGIO 2015, 000:01, IN TERRIS

Tre indizi fanno una prova

ANGELO PERFETTI
Tre indizi fanno una prova
Tre indizi fanno una prova
Un po’ ce le cerchiamo, un po’ ci capitano. Di sicuro siamo bravi a fustigarci dopo che i fatti sono accaduti, cercando di anticipare le critiche dei nostri cugini europei sperando in un’indulgenza che puntualmente non arriva. Tedeschi, francesi, britannici sono in prima linea quando si tratta di sparare a zero sull’italica incapacità; e noi – paradossale ma vero – siamo sempre un passo avanti a loro nel fare la stessa operazione autoflagellante.

Detto questo – e dunque invitando i commentatori nazionali ad evitare di sbrodolare aggettivi e avverbi che vadano oltre i fatti per dipingere un’Italia incapace di qualunque merito – va comunque fatta un’analisi di ciò che sta accadendo.

Nell’ordine: 1) abbiamo pensato a proporci per le prossime Olimpiadi, e allo stadio di Torino abbiamo mostrato quanto di peggio possa accadere in un’arena sportiva; 2) abbiamo inaugurato l’Esposizione universale a Milano, e siamo finiti sui tabloid di mezzo mondo per gli assalti del black bloc; 3) ci apprestiamo a gestire il Giubileo della Misericordia a Roma, e un rogo distrugge il Terminal 3 dell’aeroporto internazionale Leonardo Da Vinci, ossia il cuore dell'hub che accoglie i voli internazionali e milioni di passeggeri provenienti da tutto il mondo.. Pensare al “caso” forse è rassicurante ma piuttosto ingenuo. E’ evidente che c’è qualcosa da registrare nell’organizzazione, nella programmazione, nella gestione delle operazioni di preparazione e controllo dei grandi eventi. Perché questi episodi, oltre a creare un danno economico immediato, provocano un cattivo ritorno d’immagine minando alla base futuri investimenti sul suolo italiano.

Proprio per questo motivo non c’è bisogno di essere proprio noi italiani ad enfatizzare eventuali sbagli o carenze. Attenzione: parliamo di “enfatizzare” non di “evidenziare”. Sembrano parole simili, ma mentre nel primo caso si cerca il sensazionalismo buono per parlare esclusivamente alla “pancia” dei lettori, nel secondo il pubblico è fatto sia di chi deve essere informato e sia da chi gestisce queste grandi strutture, cercando di sollecitare quest’ultimi ad affrontare le carenze ove fossero evidenti.

Ora, nei casi come quello di Milano è possibile pensare a un intervento a monte che impedisca di far avvicinare i facinorosi al centro delle città, onde prevenire più che reprimere; in alternativa, studiare percorsi obbligati dove: 1) si sia fatta opera di bonifica, 2) impedita la sistemazione di “munizioni” e “armi”, 3) siano minimi gli obiettivi sensibili (banche, uffici pubblici, gioiellerie, ecc.), e infine 4) si sia proceduto ad avvertire per tempo la popolazione per sgomberare le strade dalle auto, facile bersaglio dei teppisti.

Per ciò che riguarda l’aeroporto, invece, va ritarato il sistema di intervento immediato; è evidente che sebbene i 18mila sensori possano anche aver funzionato, il sistema antincendio non ha risposto in modo efficace da preservare davvero l’infrastruttura. Che alla fine dell’anno, come accennato, dovrà accogliere milioni di pellegrini in arrivo a Roma per il Giubileo.

Mettiamola così, usando un po’ di ottimismo tipico di chi ha la nazione baciata dal sole. Expo durerà mesi, e alla fine se tutto andrà bene i black bloc saranno uno sbiadito ricordo; il Giubileo è ancora di là da iniziare, e questo incidente servirà ad evitare ulteriori situazioni come quella capitata ieri; peraltro di notte, per fortuna.

Insomma, non tutto il male vien per nuocere. A patto di non commettere il solito errore che la politica e le amministrazioni fanno di continuo, forse per bilanciare l’aggressività dei media: quello di minimizzare.

 
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
VITERBO

Anziani coniugi trovati morti in casa

La coppia era stata avvolta nel cellophane. Ricercato il figlio che viveva con loro
COPPA ITALIA

Fiorentina e Milan, tris per i quarti

Stese Samp e Verona (3-2 e 3-0): derby al prossimo turno per Gattuso. Forte contestazione a Donnarumma
Giuseppe Sala
EXPO 2015

Sala accusato di concorso in abuso d'ufficio

Al sindaco di Milano è stato contestato il reato in relazione al capitolo "verde" dell'appalto per la...
Silvio Berlusconi
RISCHIO STRAPPO

Berlusconi: "Salvini? Fa i capricci"

Il leader del Carroccio duro dopo il 'no' di Forza Italia alle legge sui reati gravissimi: "Stop agli...
Pesante sentenza di condanna per un giovane marocchino
TORINO

Sei anni al jihadista "della porta accanto"

Marocchino condannato per terrorismo
Il procuratore Verzera
CATANIA

Anziane sorelle massacrate in casa

Uccise a coltellate. Si segue la pista della rapina
Miliziani dell'Isis
GENOVA

Istigazione al terrorismo, tunisino indagato

Sulla sua pagina Facebook foto e video inneggianti all'Isis
Senato
BIOTESTAMENTO

Si va verso l'approvazione della legge

Passano i primi articoli. Centro Studi Livatino: "Sigillo funesto a un Paese che sta scomparendo"