GIOVEDÌ 26 DICEMBRE 2019, 00:02, IN TERRIS

Legalizzare le droghe? Scelta ingiusta che devasta la società

PAOLO RAMONDA
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Q

uest'anno festeggiamo i 40 anni delle nostre comunità terapeutiche. Quaranta anni vissuti condividendo con chi è caduto vittima delle dipendenze. Vedere un giovane nel pieno della vita, che è come una larva, uno zombi, e le loro famiglie distrutte a causa di questo flagello, nel cuore di don Oreste era come sentire il grido dei poveri che chiedevano di essere liberati. Si è così data una risposta a questo attraverso la condivisione con loro nelle comunità terapeutiche, nelle case di accoglienza. Migliaia e migliaia di giovani sono stati accolti e liberati, è stata una risurrezione per le loro famiglie. Questi quaranta anni testimoniano la bontà di questa scelta, profetica del nostro fondatore, ma anche di coloro che hanno speso e stanno spendendo la loro vita come operatori nelle comunità terapeutiche, i volontari, tutto il collegamento con la Papa Giovanni XXIII, cioè le case famiglia dove a volte i ragazzi vanno a terminare il programma, o nelle cooperative dove possono riprendere un'attività lavorativa. 

Ogni anno sono circa un centinaio i ragazzi che terminano il programma, sia in Italia ma anche nelle nostre comunità in Brasile, Bolivia, Albania e Cile. E' un traguardo importante: ritornare a una vita bella, sana. L'obiettivo non è solo fare questa festa, ma scegliere anche una vita stabile, con un fondamento, con basi solidale, in cui si apprezza il valore della vita, della famiglia, del lavoro. Nel nostro cammino si aggiunge anche la riscoperta della fede, della dimensione cristiana, della relazione con Cristo, della guarigione che viene da una vita sincera, quindi anche la riscoperta della Chiesa e della comunità ecclesiale nella quale, una volta finito il programma, ci si inserisce e si cammina, sia per dare il proprio contributo ma anche per essere sostenuto. Ecco, non solo la festa di un giorno, ma una scelta duratura per l'avvenire.

Non si può tacere di fronte alla volontà di alcuni di legalizzare le droghe leggere. E' un modo di prendere in giro i giovani, è un messaggio devastante a livello culturale. E' come dire che non sia un problema se uno ogni tanto si sballa "si fa". Noi abbiamo sempre sostenuto che, discorso valido anche pr il discorso degli alcolici, bisogna dirlo che ci sono delle sostanze che fanno male, che sono devastanti. E' come togliere il confine tra il bene e il male, tra ciò che è giusto e ciò che è ingiusto, ciò che fa crescere una comunità e ciò che la devasta, togliendo tutti gli argini. E' come se noi in una strada non mettessimo le segnaletiche e i semafori. E' un messaggio paradossale ed è grave che venga dai nostri parlamentari che dovrebbero spendersi per educare al bene, al bello, invece di spendere i soldi dello Stato per leggi inique. 

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Gianni verlato
05 Gennaio 2020 @ 18:36
Per coerenza dovrebbero, per prima cosa, proibire ed eliminare alcol e tabacco, che provocano milioni di morti ogni anno e causano dipendenza. Poi potremo parlare del resto, con i dovuti distinguo.
Franca chiara floris
27 Dicembre 2019 @ 15:59
Pienamente d'accordo e grazie per il lungo impegno a favore del recupero di tanti!

Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
UDIENZA GENERALE

Il Papa: "I miti? Non sono fiacchi, sono fatti per il Cielo"

Continuano le catechesi del Pontefice sulle Beatitudini del Vangelo di Matteo
SENATO

Conte: "Il consiglio Ue? Si annuncia complesso e complicato"

Le dichiarazione del premier a Palazzo Madama alla vigilia del Consiglio europeo
Fayez al-Sarraj
CRISI LIBICA

Sarraj abbandona i colloqui di Ginevra

Dopo l'attacco di Haftar nel porto di Tripoli a una nave turca che trasportava armi
La Diamond Princess
CORONAVIRUS

Giappone: iniziato lo sbarco della Diamond Princess

E' partito l'aereo che porta il personale sanitario a Yokohama per soccorrere gli italiani
Pereira Carlos Alberto Salazar
OPERAZIONE ANTIDROGA

Colombia, catturato il "Pablo Escobar" dell'eroina

Sul trafficante di droga pende una richiesta di estradizione dagli Stati Uniti
Giuseppe Conte e Matteo Renzi
GOVERNO

Conte-Renzi, sfida ad alta tensione

Accordo sulla prescrizione ma l'estenuante giornata in Senato ha assestato un altro colpo alla maggioranza
Dia
IL BLITZ

Mafia, arrestato il fratello della vedova Schifani

Giuseppe Costa è accusato di associazione mafiosa nell'ambito dell'inchiesta sul clan dell'Arenella. Suo...
MODENA

Tre ragazzi lanciano sassi contro un treno: 14enne indagato

La Procura sta procedendo per attentato alla sicurezza dei trasporti e getto pericoloso di cose
Il cardinale, Christian Wiyghan Tumi, parla con il leader d'opposizione del Camerun, John Fru Ndi, durante la cerimonia di apertura del piano di dialogo nazionale a Yaounde il 30 settembre 2019 - Foto © AFP
AFRICA

Don Forka, il prete che accusa il suo governo di genocidio

Il sacerdote ha scelto YouTube per denunciare il massacro nelle regioni anglofone del Camerun
La Diamond Princess
L'EPIDEMIA

Diamond Princess, un italiano positivo al Coronavirus

Mille sbarcati dalla Westerdam senza quarantena: tra loro 1 infetto e 5 italiani, individuati in Cambogia
Flavio Bucci nei panni di don Bastiano ne
IL LUTTO

E' morto Flavio Bucci, il don Bastiano di Monicelli

L'attore torinese è deceduto nella sua casa di Passoscuro a 72 anni. Quasi cinquant'anni di carriera fra cinema,...
Liliana Segre
LA TESTIMONIANZA

Liliana Segre, laurea honoris causa alla Sapienza

La senatrice inaugura l'Anno accademico e riceve il titolo in Storia dell'Europa: "Conoscere è...
CONFLITTO

Siria, inventa un gioco per distrarre la figlia dalle bombe

Il video è virale. Le Nazioni Unite sugli attacchi: "Abbiamo raggiunto un livello orribile"
Il prof. Giovanni Rocchi
ROMA

Oggi i funerali del fondatore di "medicina solidale"

Giovanni Rocchi espresse "il carattere più autentico della medicina". Il cordoglio dell'Univ. di Tor...
POLITICA

Milleproroghe, chiesta fiducia. Incognita decreto sicurezza

Palazzo Chigi lavora a riscrivere il decreto. Ma la vera sfida è mettere tutti d'accordo
L'imprenditore e filantropo Osman Kavala
TURCHIA

Gezi Park, il filantropo Kavala rischia l'ergaastolo

In detenzione preventiva, Kavala è accusato di aver tentato di rovesciare il governo di Erdogan