MARTEDÌ 08 NOVEMBRE 2016, 000:02, IN TERRIS

La mattanza dei valori

ANGELO PERFETTI
La mattanza dei valori
La mattanza dei valori
Un ragazzo di 16 anni, uno di 18, un altro di 20. In tre giorni se ne sono tornati alla Casa del Padre lasciando dietro di loro sgomento, angoscia, pianti. Tre storie diverse che però nascondono lo stesso terribile approccio alla vita, fatto di un misto tra incoscienza e superficialità, spesso figli di una solitudine interiore. E' impensabile si possa morire minorenni attraversando i binari di una stazione con le cuffiette all'orecchio, tanto storditi dalla musica da non sentire il treno che sta per arrivare; eppure è accaduto, a Bagheria. Ed è altrettanto assurdo morire appena 18enni per fuggire dalla polizia non essendosi fermati a un posto di controllo; eppure è accaduto a Roma. E ancora, schiantarsi a 20 anni, a causa dell'eccessiva velocità, contro un muro di cinta di un albergo e li infrangere qualunque sogno futuro, come è successo a Napoli.

Possiamo derubricare tutto come "casi isolati", parlare di "fatalità", argomentare che "in fondo è sempre accaduto". E invece no. Bisogna chiedersi perché i nostri ragazzi siano tanto distratti, per quale motivo si infilino le cuffiette nelle orecchie fino ad estraniarsi dal resto del mondo (e in tanti lo fanno fin da dentro casa, persino dal momento della colazione, non interagendo neanche con mamma e papà); dobbiamo interrogarci su cosa spinge tanti giovani a trasgredire per il gusto di farlo, a non avere il senso di ciò che si sta per fare, persino andare contromano sul Raccordo viene percepito come una cosa possibile. O ancora correre a velocità folle incapaci di prevedere quel futuro oscuro che c'è dietro all'ultima curva.

Non sono d'accordo con chi dice che i giovani sono scapestrati per natura, che si sentono onnipotenti, invincibili; o meglio, è un atteggiamento latente in ogni adolescente, ma che deve essere mediato dall'educazione, dai limiti che la società stessa impone, dal dialogo in famiglia. Tre elementi che stanno scomparendo nel mondo attuale, nel quale il valore della famiglia è annullato, il dialogo assente e le regole condivise non sono più efficaci, troppo permeate da quel relativismo di fondo che impedisce di distinguere il bene in sé dal male in sé. Correre fino a schiantarsi non è una declinazione della libertà personale, è un'offesa alla vita stessa. E la vittima non è solamente il povero ragazzo che muore, ma la sua famiglia, e la stessa società, incapaci entrambi di entrare nella lunghezza d'onda necessaria per aprire le menti dei nostri giovani.

Un adolescente che perde la vita è sempre una tragedia, ma quando lo fa per queste motivazioni non possiamo assolverci invocando il destino. Siamo noi gli artefici del nostro destino, il discernimento è nelle nostre corde, e le luci che servono per illuminare la strada sono quei valori di cui ormai si fa persino fatica a parlare. Nelle tenebre, che siano metaforiche o reali, non c'è futuro.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Agenti della polizia tedesca
GERMANIA | TERRORISMO

Pianificavano attentato al mercatino di Natale: 6 arresti

Per l'attacco i fermati intendevano utilizzare armi ed esplosivo
Il premier Gentiloni e la segretaria generale Cgil, Susanna Camusso
PENSIONI

La Cgil boccia la proposta del Governo

Gentiloni: "Misure rilevanti e sostenibili. Camusso critica: "Mobilitazione il 2 dicembre"
CASCINA

Proiettili al sindaco donna che combatte gli stupri

Bossoli accompagnati da una lettera in cui la Ceccardi viene accusata di razzismo
VIOLENZA SUI MINORI

Orrore a Padova: sposa a nove anni

Matrimonio combinato con un adulto: finisce in ospedale per le emorragie causate dagli abusi
Sciopero nazionale dei taxi
SCIOPERO NAZIONALE DEI TAXI

Salta la trattativa col ministero, auto bianche ferme in tutta Italia

I sindacati hanno definito "insufficiente" il decreto attuativo emesso dal governo dopo l'accordo dello scorso...
L'asteroide 1I/2017 U1 o Oumuamua
OGGETTI INTERSTELLARI

Ecco Oumuamua, l'asteroide alieno

Osservato il 17 ottobre, presenta una forma simile a un sigaro e viene da fuori il Sistema solare
Marte, il cratere Schiaparelli
ROMA | MOSTRA RED HOPE

I paesaggi di Marte diventano opere d'arte

Per la realizzazione di queste opere, l'artista ha utilizzato i telai dei laboratori artigianali di un villaggio indiano nei...
Vigili del fuoco in India
INDIA

Scoppia un incendio in fabbrica: almeno 10 morti

Nel 2013, scondo l'Ilo, su un totale di 402 milioni di lavoratori, ci sono stati oltre 40 mila incidenti mortali sui luoghi...
Putin e Assad
SOCHI

Putin vede Assad: "Terrorismo verso la sconfitta"

Il presidente russo: "Le operazioni si avviano a conclusione. Ora avanzi il processo politico"
Angela Merkel
GERMANIA

Merkel punta a nuove elezioni

Manca ancora l'accordo per il governo. La cancelliera non vuole un esecutivo di minoranza
Il videomessaggio del Pontefice
PAPA FRANCESCO

"I credenti promuovano la reciproca comprensione"

Videomessaggio alla popolazione del Bangladesh alla vigilia del viaggio apostolico
Alessandro Di Battista
LA DECISIONE

Di Battista lascia: "Ma resto nel M5s"

Uno dei maggiori leader pentastellati esce dai palazzi: "Voglio scrivere e girare il mondo". E i militanti già...
Il sottomarino Ara San Juan
SOTTOMARINO DISPERSO

"I segnali non sono del 'San Juan'"

La Marina militare argentina smentisce che i suoni captati dai sonar appartengano al sommergibile, sparito dai radar da 5 giorni
Raduno militare in Nord Corea
COREA DEL NORD

Pyongyang verso la blacklist Usa

Trump vuole reinseire il Paese eremita nella lista degli Stati sponsor del terrore