LUNEDÌ 08 SETTEMBRE 2014, 000:01, IN TERRIS

In Terris: il valore della scrittura tra libertà e verità

Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
In Terris: il valore della scrittura tra libertà e verità
In Terris: il valore della scrittura tra libertà e verità
La rete è ormai una vera e propria giungla mediatica, misteriosa e affascinante. Chi volesse al suo interno realizzare un qualcosa di serio e importante rischierebbe di incontrarsi o scontrarsi con tutto ciò che ci può essere di più contraddittorio e ignobile. L'uomo è sempre stato così, capace di elogiare la bellezza o di storpiarla fino a renderla un maledetto boomerang. Realizzare un quotidiano online internazionale è un'impresa apparentemente improponibile tanto quanto folle ed estrosa. Infatti coloro che scelgono di entrare in questa giungla virtuale scopriranno la relatività della parola; la lettera viene declassata per lasciare il posto alle immagini più impressionanti.

L'informazione viene mortificata dalle regole del profitto e quindi dall'obiettivo che si vuole ottenere. All'interno di un’apparente libertà di stampa – o libertinaggio ben preordinato – sembra sia concesso un po' di posto anche per strumenti di comunicazione umili e virtuosi, potendosi far spazio senza irritare gli pseudo libertari o i mercanti che contano. Questi ultimi sono spesso protesi solo ad alzare affannosamente lo share di gradimento e non possono di certo contrastare il proprio padrone, pubblico o privato che sia. La notizia tende così ad annichilirsi perdendo quell’indispensabile autonomia e anche una certa dose di autostima. La conseguenza di questo sistema fuorviato è il tradimento di quella verità oggettiva meticolosamente insegnata dai tanti “grandi” filosofi e dai sedicenti filologi di oggi, seguaci della più insidiosa dittatura di quel relativismo, anche tecnologico, dove il logos dovrebbe scomparire.

Una vera e propria apocalisse del verbo intrisa di un’ignoranza spietata dove anche la feccia viene definita cultura dai soliti illusionisti e ciarlatani di turno. Penso a un bellissimo libro intitolato “L’Amour des lettres et le désir de Dieu”. Oggi bisognerebbe interpretare questo titolo al contrario: “L’odio per la scrittura e il disprezzo di Dio”. Ambedue le dinamiche camminano forse di pari passo. Il web non conosce la pietas, quindi non perdona, e tutto ciò che virtualmente si materializza tra i circuiti integrati lascia traccia per sempre, o fino a quando qualcuno non deciderà per l’oblio. Per ora vige il caos e prevale la menzogna, la malevolenza e la frivolezza, l’oscenità e il macabro.

Di fronte a questo scenario inquietante ecco una piccola goccia d’acqua che forse, prima di evaporare, riuscirà ad affondare in terris, raggiungendo il traguardo di dissetare le sue arse radici; ma ciò che importa è partire con l’impegno non solo di informare ma anche di formare i nostri giovani. E’ questo il principio irreversibile che ha spinto alcuni innamorati della scrittura ad uscire dal coro per unirsi a coloro che ancora credono all’insostituibile missione del giornalismo, una strada nella quale ci accompagneranno prestigiose firme della società civile e del mondo accademico. Dovremo avere il coraggio di moltiplicarci per dimostrare a un certo mondo che è possibile unirsi anche quando si è differenti per cultura, religione, tradizione, nazionalità e storia. Questa diversità sarà ancora più esaltante e arricchente permettendo a In Terris di mettersi dalla parte di chi non vuole distruggere, né gridare bugie, bensì descrivere la realtà, anche quando è crudele e dando testimonianza del bene raccontando storie di vita vissuta.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Immagine di repertorio
IL CASO

Milano, il pm sospende il gioco horror

Per gli inquirenti, l'assenza di illuminazione avrebbe messo in pericolo i concorrenti
La statua d'arte indigena, oggetto di controversie, trasportata lungo via della Conciliazione durante la Via Crucis del 19 ottobre scorso - Foto © Andrew Medichini per AP
SINODO PER L'AMAZZONIA

Statue indigene in chiesa gettate nel Tevere. Per alcuni erano pagane

Continua il caso controverso sulle statue di arte indigena collocate in una chiesa durante il Sinodo
Scritta per Desirée sul portone dello stabile dove il suo corpo è stato ritrovato
ROMA

Morte di Desirée, in quattro a processo

La 16enne venne ritrovata priva di vita, un anno fa, in uno stabile abbandonato del quartiere di San Lorenzo
Il libro di don Aldo Buonaiuto,
SASSOFERRATO | ANCONA

Halloween: un viaggio nel mondo nell'occulto

L'incontro tenuto da don Aldo Buoniauto presso la parrocchia di san Facondino
Giuseppe Conte e Luigi Di Maio
GOVERNO

Manovra, bilaterali coi partiti: Conte prova a ricucire

Il premier incontra le forze di maggioranza per snodare i punti critici. E anche dall'Ue arriva una missiva per chiedere...
L'incendio e i danni al tetto della struttura storica
TORINO

In fiamme la Cavallerizza Reale, patrimonio Unesco

Appendino: "Il tema oggi non è l’occupazione ma che la Cavallerizza così non può stare"
Immagine di repertorio
NUOVI MERCATI

La tecnologia rilancia l'impresa, ma mancano 45 mila tecnici digitali

In agosto recupero della produzione industriale. Richieste nuove competenze e nel weekend 100 mila visitatori a Roma alla fiera...
La merce sequestrata
SALERNO

Contrabbando di tabacchi: 12 arresti

Sospeso il reddito di cittadinanza a cinque dei fermati
Strade allagate
ALLERTA METEO

Nubifragio a Milano, città allagata

Il fiume Seveso è vicino all'esondazione, sotto osservazione anche il Lambro
Pini domestici
EMERGENZA ECOLOGICA

Piano del Campidoglio per le periferie green

In Italia 31 metri quadri di verde a cittadino. Piantare alberi è tra gli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo...
Sampdoria-Roma 0-0. Nicolò Zaniolo contrastato da Bertolacci - Foto © Twitter
SERIE A

Ranieri, buona la prima: la Roma sbatte sulla Samp

Pareggio a reti bianche a Marassi. Il Genoa crolla col Parma, l'Inter soffre ma stende il Sassuolo
Maker Faire Rome
SVILUPPO

Enea, verdure spaziali e hi-tech anti-zanzare

Alla rassegna romana degli inventori 4.0 le ultime scoperte dell’ente pubblico di ricerca