MERCOLEDÌ 24 AGOSTO 2016, 22:53, IN TERRIS

IL DOLORE DI TUTTI

DON ALDO BUONAIUTO
IL DOLORE DI TUTTI
IL DOLORE DI TUTTI
La terra ha tremato in piena notte, come sette anni fa all’Aquila, addirittura nello stesso orario. Abbiamo visto la disperazione nei volti dei sopravvissuti e lo strazio di chi non potrà più riabbracciare il proprio bambino. Persone eroiche si sono precipitate a soccorrere i loro compaesani e la macchina degli aiuti si è subito organizzata per intervenire. Le ore passano e la paura di nuove scosse persiste dinanzi al mistero di una terra inquieta e ribelle che nel muoversi provoca distruzione e morte.

Qualcuno, anzi molti, si chiedono come sia possibile che un territorio ad altissimo rischio sismico non sia stato messo in sicurezza prevenendo e quindi prevedendo le conseguenze di un eventuale terremoto. La rabbia sale proprio per questa mancanza di precauzioni, mentre stride sentire certi esperti descrivere, a posteriori, gli ovvi scenari per quelle case insicure. Vedere le persone sotto le macerie fa troppo male: anche se questi non possono diventare i giorni della polemica, ma solo della solidarietà, della vicinanza e del raccoglimento, non si può non restare sconcertati da una certa inerzia. Perché questi paesini storici collocati sopra autentiche bombe naturali non sono stati preventivamente messi prima in sicurezza?

Certamente questa domanda dovrà interpellare sempre più quanti potranno e dovranno adoperarsi affinché queste sciagure non si ripetano in altre zone con alta densità sismica. Ora chi è credente si metta in ginocchio a pregare per questi fratelli, chi può intervenire sostenendo le popolazioni colpite lo faccia col cuore, i governanti tutti si uniscano per soccorrere e accompagnare concretamente queste vittime impegnandosi a trovare vere soluzioni per il presente e il futuro.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Importanti progressi nella cura della sma
ATROFIA MUSCOLARE SPINALE

Via alle prime infusioni salvavita

Il trattamento iniziato a Trieste, ora toccherà a Milano e Napoli
Il Pirellone, candidato ad ospitare la sede dell'Ema
BREXIT

L'Ue decide la nuova sede dell'Ema

Duello tra Milano a Bratislava per ospitare l'Agenzia europea del farmaco
SERIE A

Juve, naufragio a Marassi. Pari per Viola e Toro

La Samp vince 3-2: Napoli in fuga. Spal e Chievo bloccano Pioli e Mihajlovic. Colpi di Cagliari, Genoa e Sassuolo
Speranza e Bersani
VERSO LE ELEZIONI

Mdp e SI sbattono la porta in faccia al Pd

Fratoianni: "Tempo scaduto". Bersani: "Ci si vede dopo il voto"
Robert Mugabe
ZIMBABWE

Mugabe accetta di dimettersi

Dopo una lunga trattativa con i militari. L'annuncio in televisione in tarda serata
Due scosse avvertite nel Parmense
PARMA

Doppia scossa di terremoto, nessun danno

Il sisma avvertito anche in Liguria, residenti in strada a La Spezia