VENERDÌ 17 APRILE 2015, 001:00, IN TERRIS

Caino e Abele tra i migranti

ANGELO PERFETTI
Caino e Abele tra i migranti
Caino e Abele tra i migranti
Non passa giorno che in nome della religione qualcuno uccida un altro essere umano. La violenza sempre più efferata prende il sopravvento, e innesca reazioni uguali e contrarie. La rabbia si trasforma in odio, e la spirale prosegue. L'orrore chiama altro orrore, fino alla distruzione finale. Che è invece ciò che dobbiamo evitare. L'ultimo episodio dei migranti cristiani gettati in mare solo perché tali, da una quindicina di musulmani, testimonia il livello di aberrazione in cui siamo precipitati: l'uomo non riesce più a riconoscere se stesso negli occhi di un altro essere umano, nemmeno nella stessa situazione di dramma, compagni di viaggio in una traversata dal futuro incerto. Come novelli Caino e Abele si uccide il proprio fratello.

Siamo di fronte a una sfida umana e prima che militare; far si che non sia possibile ammettere la violenza, per nessun motivo. Le tre grandi religioni monoteiste non predicano l'odio né la morte, non vedono nemici ma casomai persone da redimere o evangelizzare, non certo da massacrare.

Non bastano però le buone intenzioni per cambiare le cose; occorre l'impegno deciso dei governi, delle autorità civili e religiose del mondo. Risuonano ancora forti le parole pronunciate da Papa Francesco nel periodo di Pasqua, quando chiedeva che la comunità internazionale non fosse "inerte e muta" di fronte all'"inaccettabile crimine" delle persone uccise per il solo fatto di essere cristiani: "Si stratta di una preoccupante deriva dei diritti umani più elementari. Auspico davvero che la comunità internazionale non giri lo sguardo dall'altra parte di fronte a questi fratelli, loro sono i nostri martiri di oggi, e sono tanti”. Il Papa ha insistito su due elementi: uccidere i cristiani è una violazione dei diritti umani, e la comunità internazionale non può girarsi dall'altra parte.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
IMPRESA SFIORATA

Pordenone eroico: all'Inter servono i rigori

Nerazzurri bloccati sullo 0-0 ma ai quarti dopo i penalty. Gli ospiti di Serie C colpiscono anche un palo
Masiello esulta dopo il gol-vittoria
CALCIO | SERIE A

Genoa, Marassi stregato: l'Atalanta passa 1-2

Ilicic e Masiello ribaltano Bertolacci. Altro k.o. interno per il Grifone, il primo per Ballardini.
Corte costituzionale
LEGGE ELETTORALE

Rosatellum, la Corte costituzionale boccia i ricorsi

Palazzo della Consulta giudica "inammissibili i conflitti di attribuzione tra poteri dello Stato
L'esondazione dell'Enza a Lentigione (ph Reggionline)
MALTEMPO

Esonda la Parma, allagata la Reggia di Colorno

Trovato senza vita sotto una valanga l'ex sindaco di Vogogna
Il Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni
GENTILONI

"Il mancato accordo su Brexit è un pericolo per la Ue"

L'intervento del Premier al Senato in vista del prossimo Consiglio europeo di Bruxelles
Polizia di Stato
ASTI

Sequestrata e abusata per 24 ore: arrestati due tunisini

Polizia libera la donna trentenne. Indagato in concorso un terzo tunisino
La Reggia di Caserta
CROLLO NELLA SALA DELLE DAME

Reggia di Caserta: al via controlli intonaci e restauro soffitti

Il restauro del soffitto danneggiato dovrebbe essere ultimato entro al fine di gennaio 2018
Il Papa con alcuni migranti
CONVEGNO

Chiese unite contro la xenofobia

Da domani vertice ecumenico in Vaticano