GIOVEDÌ 17 OTTOBRE 2019, 00:02, IN TERRIS

Abbracciati alla speranza

DON ALDO BUONAIUTO
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Un'immagine dei resti del relitto affondato a Lampedusa
Un'immagine dei resti del relitto affondato a Lampedusa
C'

è un abbraccio commovente che i media ci hanno descritto in questi giorni. Una piccola creatura che si stringe, in fondo al mare, con la sua mamma. Questo gesto è così toccante che non può essere sottaciuto da chiunque veramente tenga alla vita di questi nostri fratelli e sorelle, dei neonati e bambini colpevoli di aver sperato in una vita migliore e di aver creduto ai trafficanti di essere umani. Questo dramma non si arresta, anzi, trova terreno fertile nelle deboli politiche europee, al momento solo fumose, astratte e contraddittorie. 

Così anche l’offensiva anti-curda della Turchia ci interpella per molte ragioni. Il sangue versato in queste ore renderà ancora più complessa la soluzione delle crudeli e cronicizzate controversie regionali. Ci sono Paesi come il Libano, sul cui territorio il numero di profughi è ormai un terzo della popolazione locale. Il fragore delle armi non farà che creare ulteriore odio perché la violenza non è mai la soluzione alle contese, né può esserlo una politica che sposta truppe sulle carte geografiche in un tragico delirio di sopraffazione. A noi, come uomini di pace, stanno a cuore le persone, non i conciliaboli nelle segrete stanze né gli inconfessabili opportunismi delle complicità e dell’indifferenza. 

Ora la priorità è salvare, in ogni modo e con qualunque mediazione, gli uomini, le donne e i bambini costretti a scappare dalle loro case distrutte dai colpi di mortaio e dai bombardamenti. Per una volta almeno l’Unione Europea smetta di parlare a più voci e si mostri compatta nel promuovere corridoi umanitari e negoziati multilaterali per consentire alle popolazioni indifese di uscire dalla morsa dei combattimenti. Nessuno può fingere di non sapere quale sia la posta in gioco. Chiudere gli occhi mentre vengono spezzate vite umane equivale a sottoscrivere la loro condanna a morte. Il leader turco Erdogan ha minacciato di lasciar partire milioni di profughi siriani verso i paesi europei se l’Ue farà valere il proprio peso diplomatico per contrastare le sue mire di potere in un’area già funestata da una strage senza tregua

Papa Francesco ha parlato per primo di una guerra mondiale a pezzi e ha avvertito l’umanità che per fare la pace ci vuole coraggio, molto di più che per fare la guerra: “Ci vuole coraggio per dire sì all'incontro e no allo scontro; sì al dialogo e no alla violenza; sì al negoziato e no alle ostilità; sì al rispetto dei patti e no alle provocazioni; sì alla sincerità e no alla doppiezza. Per tutto questo ci vuole coraggio, grande forza d’animo”, avverte il Pontefice.

Siamo nuovamente in piena emergenza umanitaria alle porte dell’Europa e i  mass media ci inondano di retroscena e congetture sugli effetti geopolitici e le conseguenze internazionali di quanto sta accadendo. A noi, invece, inquieta e sconcerta la sofferenza di migliaia di persone calpestate dal tornaconto delle nazioni. Ancora una volta sono queste vittime innocenti a pagare il conto degli interessi strategici dei potenti del mondo. E così quell’abbraccio in fondo al mediterraneo di un bambino con la sua mamma possa scuotere gli indifferenti e risvegliare le coscienze delle istituzioni internazionali.

https://www.interris.it/archivio-storico/giornata-del-migrante-ignoto--una-petizione-virale-che-ha-bisogno-anche-del-tuo-sostegno

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Bianca maria diamanti
17 Ottobre 2019 @ 16:37
"A noi come uomini e donne di pace, stanno a cuore le persone", grazie di ricordarci quale deve essere il compito che è assegnato ad ognuno di noi e soprattutto a chi detiene i poteri per far cessare la guerra "a pezzi" come dice Papa francesco.Mi unisco alle sue parole e soprattutto alla speranza che vengano ascoltate per mettere in pratica azioni di pace e non più di guerra.

Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
La bandiera italiana sventola sul Palazzo del Quirinale, 30 maggio 2018 - Foto © Tony Gentile per Reuters

Italia senza previsioni

Il rapporto del CENSIS, la Fondazione presieduta dal sociologo cattolico Giuseppe De Rita, ha messo, come di consueto,...
Giuseppe Conte e Roberto Gualtieri
GOVERNO

Manovra, accordo su plastic e sugar tax

Una rinviata a luglio e ridotta dell'85%, l'altra a ottobre. Il premier: "Recessione scongiurata, non siamo il...
Mario Sossi durante il rapimento
MAGISTRATURA

E' morto il giudice Mario Sossi: fu rapito dalle Br

Pubblico ministero nel processo alla XXII Ottobre: il suo sequestro durò oltre un mese
Il vertice di maggioranza
GOVERNO

Manovra, braccio di ferro sulle microtasse

Frizione Italia Viva-Pd, sospeso il vertice. Bellanova: "Con plastic e sugar tax si rischia il disastro occupazionale"
Pedoni solitari
53° RAPPORTO CENSIS

Italiani sempre più ansiosi e dipendenti da smartphone

Lo scenario politico odierno è affollato da "non decisioni"
Bimba in lacrime al nido
VARESE

Maltratta i bimbi e si apparta col compagno: maestra sospesa

"Guardati, fai schifo", "piangi che così ti passa" sono le frasi rivolte alle piccole vittime del...
Cristiani filippini in preghiera
FILIPPINE

Anno pastorale: "Ecumenismo, dialogo interreligioso e popoli indigeni"

Vescovi: "La Chiesa esorta i fedeli a collaborare con persone di altre religioni e culture per la pace"
Alluvioni e fiumi in piena in Burundi
METEO

Il maltempo mette in ginocchio il Burundi: già 28 morti

Nove Paesi dell'Africa orientale stanno subendo gli effetti delle piogge con frane e alluvioni
Volontarie della croce rossa e personale ospedaliero
SALUTE

Firmato accordo tra Croce rossa e Campus bio-medico

Le crocerossine, con la loro attività di volontariato, supporteranno l’attività infermieristica
La polizia circonda il furgone Ups dopo l'inseguimento
FLORIDA

La rapina finisce in tragedia: 4 morti a Miami

I banditi fermati dopo un lungo inseguimento: due "vittime collaterali" e una donna ferita alla testa
Un bambino migrante
MIGRANTI

Quasi 6500 minori non accompagnati vivono in centri d’accoglienza

Unicef: "Altri 5000 giovani migranti e rifugiati arrivati nel nostro Paese soli sono irreperibili"

Sondaggio che va, sondaggio che viene

Abbiamo sottolineato più volte che la politica ormai è scandita da sondaggi. Bene che vada settimanali....