Gli estremisti del coronavirus

La percezione della popolazione rispetto alle conseguenze del Coronavirus è passata, in pochi giorni, dal è poco più di una normale influenza alla peste del XXI secolo. La confusione e i pareri contrastanti, che generano panico e smarrimento, sono stati sicuramente alimentati anche dal repentino cambio della gestione dell’emergenza, operato dalle autorità di governo nazionali e locali. Dopo una prima fase...

In Terris: il valore della scrittura tra libertà e verità

La rete è ormai una vera e propria giungla mediatica, misteriosa e affascinante. Chi volesse al suo interno realizzare un qualcosa di serio e importante rischierebbe di incontrarsi o scontrarsi con tutto ciò che ci può essere di più contraddittorio e ignobile. L'uomo è sempre stato così, capace di elogiare la bellezza o di storpiarla fino a renderla un...

La lotta alla mafia tra amnesie e luoghi comuni

“Un mafioso divenuto collaboratore di giustizia parlò di ‘sacerdoti che interferiscono’. Ecco, io mi riconosco in questa Chiesa che "interferisce", che non smette di ritornare - perché è lì che si rinnova la speranza - al Vangelo, alla sua essenzialità spirituale e alla sua intransigenza etica. Una Chiesa che cerca di saldare il cielo alla terra, perché, come ha...

Il diavolo dell’arroganza

L'arroganza è il serpente dell’Eden: lusinga, inganna, porta alla catastrofe. Il Giano Bifronte dell’arroganza ha una doppia faccia: da un lato induce viscidamente a sentirsi invincibili, dall’altro provoca una progressiva incapacità di pesare esattamente le nostre possibilità. Chiede il Vangelo: "quale re esce in battaglia contro un esercito più numeroso, quando sa di non poter contare sulle stesse forze?”....

Tutti siamo la donna samaritana a cui Gesù chiede da bere

Avere sete. Una sete di felicità, che non dà tregua, una sensazione sempre più arida nel deserto che spesso è la nostra vita. Allora cerchiamo qualche cosa che ci aiuti, una fonte che possa darci un po' di sollievo, che anche solo per poco renda meno dura la vita. Finché non ci incontriamo, come questa donna samaritana, con Gesù. Lei...

Ci siamo davvero assuefatti ai crimini contro l’umanità?

La notizia di cronaca è: “Con l’inizio della bella stagione, riprendono le traversate dalla Libia verso l’Italia". La traduzione è: “Si ricomincia, già abbiamo i nostri problemi, ci mancano solo gli immigrati”. Il #coronavirus ci ha insegnato la solidarietà, la fratellanza, la collaborazione…purché non si tratti di individui (non si riesce a pronunciare la parola “persone”) che arrivano dal...

I cristiani, il sale che darà alla terra nuovo sapore

“Non abbiate paura! Aprite, anzi, spalancate le porte a Cristo!”, le celebri parole di San Giovanni Paolo II sembrano fatte a posta per questa giornata di ritorno delle Messe aperte al popolo di Dio. Il 18 maggio del 2020 coincide infatti con il centenario della nascita di Karol Wojtyla, l’uomo della speranza fondata in Cristo e che univa la...

Il gap comunicativo tra Governo e Confindustria

Anche se il presidente del Consiglio lo nega, questo governo ha un problema con il mondo delle imprese. Ieri, nell’incontro a Villa Pamphilij con il presidente della Confindustria Carlo Bonomi, questo problema è emerso in tutta la sua preoccupante gravità. Conte ha più volte ripetuto che nel governo non c’è ostilità verso le imprese, e probabilmente si riferiva a...

I tre pericoli mortali per la comunità dei credenti

Siamo entrati già, dalla domenica scorsa, nel discorso parabolico del vangelo di Matteo con la bellissima parabola del seminatore. Il genere letterario parabola viene sempre usato nei vangeli per raccontare del Regno di Dio. Gesù usa questo genere letterario perché il Regno di Dio è qualche cosa di nascosto nella realtà come la vediamo, ma ha una forza del...

Il ritorno di Erode

I sacrifici umani di creature innocenti hanno macchiato di sangue le origini della civiltà. Anche le Scritture sono disseminate di stragi di bambini. Le atroci cronache degli ultimi giorni dimostrano quanto l’odio contro i più piccoli sia più che mai in azione nella nostra società sedicente evoluta. Le morti orribili di Gioele (trovato ieri senza vita dopo più di...

Agguato a Torvaianica, morto il 38enne ferito in spiaggia

E' morto dopo due giorni di agonia il 38enne di origini albanesi che, nella giornata di domenica, era stato ferito sulla spiaggia di Torvaianica...