Più attività sportive per poveri e bisognosi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:00

La Fondazione San Giovanni Battista ha firmato un protocollo con l’Unione italiana sport per tutti (Uisp), comitato territoriale Iblei, che punta a incrementare le attività sportive in favore dei beneficiari delle azioni di prossimità della Fondazione, cioè immigrati, famiglie e bambini delle parrocchie della diocesi di Ragusa. Il protocollo prevede interventi anche in favore dei volontari in Servizio civile. Ci si potrà avvalere delle strutture della Uisp, che metterà a disposizione risorse e iniziative volte a favorire la partecipazione e il coinvolgimento nelle attività promosse a livello territoriale. 

Sviluppo armonico

“Lo sport – sottolinea Renato Meli, presidente della fondazione San Giovanni Battista, su Sir – rappresenta una delle necessità fondamentali per lo sviluppo armonico degli esseri umani, senza distinzione di età, classe sociale o razza. Tuttavia quello all’attività sportiva resta un diritto negato spesso ai più poveri. Quote di iscrizione, spese per l’abbigliamento e per le attrezzature costituiscono un ostacolo che alcune famiglie non sono in grado di superare. Attraverso questo protocollo vogliamo promuovere stili di vita sani e, soprattutto, evitare fenomeni di emarginazione sociale“.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.