Lamezia, il calendario della festa patronale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 6:00

Sarà una settimana lunga ma ricca di eventi Sant'Eufemia Lamezia (Catanzaro). Non avrebbe potuto essere diversamente visto che si festeggia il patrono San Francesco di Paola. Che deve il suo nome al Santo di Assisi, dato che i genitori invocarono la grazia per ottenere il figlio in età avanzata. 

Il calendario

Si partirà domenica 7 luglio con “La sgambettata” per le vie del quartiere (organizzata dalla Parrocchia San Giovanni Battista, in collaborazione con le associazioni e le società sportive di S.Eufemia Palestra Verdiana, Asd Gatto & Lio, Associazione Lamezia Muse, Atletico Lamezia e Palestra Olympia) la settimana dedicata al Santo Patrono di Lamezia Terme Sant'Eufemia. La giornata prinicipale è attesa per le 19 dell'11 luglio quando, alla presenza di Monsignor Giuseppe Schillaci, le reliquie del Santo Patrono arriveranno nella parrocchia. A dare inizio alle tre serate di festeggiamenti sarà il consolidato Festival Canoro Lumen Calabriae, ideato e realizzato da Lamezia Muse. Il giorno seguente ancora musica: protagonisti 8 giovani talenti, provenienti da tutte le province calabresi che si esibiranno accompagnati dalla Band Live Contrabanda e i coristi Muse’s Voices, conduzione della serata affidata a Ketty Riolo. Quest’anno inoltre verranno consegnati premi a diverse eccellenze calabresi. La finalissima sarà dunque una gara canora ma anche un Galà di Grandi eccellenze ed ospiti. Sabato 13 luglio dalle 21:00 sarà la volta della Live Band Nostres che darà lo start prima dello spettacolo degli Arteteca una delle coppie comiche più conosciute e amate del panorama televisivo italiano. Domenica 14 luglio alle 21:30 chiuderanno la serata la band Opera Prima Cover Band dei Pooh. “Le tre serate – comunicano dalla Parocchia San Giovanni Battista e il Comitato Festa – saranno sempre accompagnate da Sagre di Prodotti Tipici così da poter allietare anche il palato ascoltando e guardando spettacoli per tutte le generazioni e gusto”.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.