Dal 24 luglio al via il “Summer media camp”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 6:30

Prenderà il via il 24 luglio il “Summer media camp 2018” promosso dalla Conferenza episcopale umbra con le redazioni di “Umbria Radio” e “La Voce”. L'obiettivo dell'evento – rivolto a giovani tra i 18 e i 30 anni appassionati di comunicazione – è quello di utilizzare i social network “in modo intelligente e professionale per una comunicazione efficace”. Quella di questo anno, è la seconda edizione del “Summer media camp” che si terrà dal 24 al 27 luglio nei locali del Palazzo arcivescovile di Perugia e nel Centro internazionale di accoglienza

I corsi

L'evento è suddiviso in quattro corsi organizzati in collaborazione con l'Ordine dei giornalisti umbri:

  • “News nel sistema ibrido dei media. La comunicazione della Chiesa al tempo dei social media” sarà il tema centrale del primo incontro al quale parteciperanno Rita Marchetti, docente di sociologia dell'Università di Perugia; don Walter Insero, collaboratore dell'Ufficio Cei per le comunicazioni sociali;
  • “Le community: risorsa per un informazione affidabile. L'informazione al tempo delle community social, buone pratiche sule tema”, questo il fulcro del secondo corso dove i relatori saranno i giornalisti Bruno Mastroianni e Daniele Morini. 
  • “Le nuove vie dell'informazione: quale social network per quale obiettivo?”, con questo quesito si aprirà il terzo. Domanda a cui cercheranno did are risposta Francesca Triani e Andrea Canton. 
  • “Strategie per aumentare la circolazione delle notizie. Web marketing & Social media marketing”, sarà l'argomento che verrà approfondito da Lucia Rosati e Barbara Serafini.

L’apertura e le conclusioni dei lavori saranno affidate a mons. Paolo Giulietti, vescovo ausiliare di Perugia-Città della Pieve e delegato della Cei per le comunicazioni sociali.

 

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.