Al via l'incontro dei docenti di teologia della Cattolica

ULTIMO AGGIORNAMENTO 6:30

Inizia oggi e continuerà fino al 12 settembre a Matera l’incontro annuale dei docenti di teologia e assistenti pastorali dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. “La terza missione dell’Università: cultura, società, futuro. Pensare e vivere l’Università Cattolica in ‘uscita missionaria’ (Christus Vivit 222)” è il titolo dell’iniziativa, promossa dal Collegio dei docenti di teologia, dal Centro pastorale dell’Ateneo e dall’Istituto Giuseppe Toniolo di Studi superiori. Tra i relatori, mons. Vincenzo Zani, segretario della Congregazione per l’Educazione Cattolica, e mons. Stefano Russo, segretario generale della Conferenza episcopale italiana.

Il seminario

Il seminario, spiega l’assistente ecclesiastico generale mons. Claudio Giuliodori su Sir, “sarà l’occasione per approfondire temi di straordinaria attualità che riguardano il ruolo e la missione delle università, e in particolare dell’Università Cattolica, a cui è chiesto di sviluppare, oltre alla didattica e alla ricerca, percorsi concreti per interagire in modo dinamico e costruttivo con le grandi sfide del Paese, dando così un peculiare e decisivo contributo allo sviluppo umano e sociale. In questo quadro anche la teologia è chiamata a dare il suo specifico apporto offrendo chiavi antropologiche, etiche e spirituali per uno sviluppo integrale che sappia tenera assieme tradizione e innovazione, sviluppo e sostenibilità ambientale, progresso e promozione sociale nella giustizia e nella pace per tutti”. L’iniziativa, che si svolge nell’ambito delle attività di “Università Cattolica incontra Matera 2019”, rappresenta anche l’occasione per immergersi nel dibattito che sta animando la Capitale europea della cultura 2019 e per raccontare, attraverso incontri e testimonianze, le tante iniziative di terza missione che l’Ateneo sta realizzando nel territorio italiano, in particolare al Sud e in Basilicata. 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.