Al via la raccolta per l’Emporio della Solidarietà

ULTIMO AGGIORNAMENTO 5:57

Inizia oggi nella diocesi di Prato la tradizionale raccolta alimentare a favore dell’Emporio della solidarietà. L'Emporio vuole rappresentare un luogo di distribuzione coordinata e gratuita di generi alimentari di prima necessità per famiglie povere che riunisca tutti i centri di distribuzione di generi alimentari in un unico luogo, garantendo così una distribuzione omogenea e uniforme.

I promotori di questo progetto sono: la Caritas Diocesana di Prato, la Provincia di Prato, il Comune di Prato, la Fondazione Cassa di Risparmio di Prato. Ogni anno il supermercato solidale di via del Seminario promuove due iniziative (aprile e ottobre) per rifornire gli scaffali con i prodotti da consegnare alle famiglie in difficoltà. Il primo appuntamento si farà oggi, venerdì 12, e domani, sabato 13 ottobre. 

I supermercati aderenti

In tredici supermercati del territorio oltre duecento volontari in pettorina rossa chiederanno ai clienti di donare tonno, olio di semi, olio di oliva, biscotti e carne in scatale. Tutti prodotti non deperibili utili per far fronte ai bisogni degli utenti del servizio fino alla prossima raccolta nel mese di aprile.

Ecco i punti vendita aderenti all’iniziativa. Venerdì 12 ottobre, dalle 14 all’orario di chiusura, si potrà donare alla Coop del Parco Prato e alla Conad di via Catani, via Kuliscioff e via Roma. Sabato 13, per l’intera giornata: Coop Parco Prato, via Bologna, via Valentini e a Vaiano; Conad via Catani, via Kuliscioff, via Roma e via VII Marzo; Pam via Ferrucci, via Pistoiese, via Palermo; Esselunga via Fiorentina e viale Galilei. Tutti sono invitati a partecipare. All’ingresso dei supermercati verranno consegnati anche dei volantini in lingua cinese per chiedere un aiuto a chi ha bisogno.

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.