Al via il convegno pastorale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 2:30

E' in programma da oggi a mercoledì 6 giugno, il Convegno pastorale della diocesi di Albano, che si svolgerà presso il Centro Mariapoli di Castel Gandolfo a partire dalle 18,30. Il tema scelto è “Tra il dire e il fare, un discernimento incarnato e inclusivo”.

“L’obiettivo – spiega una nota della diocesi – è quello di compiere un passo non oltre il discernimento, ma dentro il discernimento, nella comprensione di che cosa è e come si fa, in modo da dare corpo, nella concretezza, al discernimento”. Il convegno sarà aperto dalla prolusione del vescovo Marcello Semeraro dal titolo “Ravvivare il desiderio, per un discernimento rimedio all’immobilismo”. Domani Emilia Palladino, docente di scienze sociali presso la Pontificia università Gregoriana, affronterà il tema “Discernere i segni dei tempi, per un discernimento incarnato nella storia” e infine mercoledì Enzo Biemmi, docente di catechetica alla Pontificia università Lateranense, presenterà “Comunità profetiche, per un discernimento inclusivo”. Le conclusioni saranno affidate all’intervento del vescovo.

Il filo conduttore dei lavori è una frase di Papa Francesco nel discorso ai nuovi vescovi il 14 settembre 2017: “Il discernimento è un rimedio all’immobilismo del 'si è sempre fatto così' o del 'perdiamo tempo'. È un processo creativo, che non si limita ad applicare schemi. E' un antidoto contro la rigidità. Dobbiamo sforzarci di crescere in un discernimento incarnato e inclusivo, che dialoghi con la coscienza dei fedeli che va formata e non sostituita”. La partecipazione al convegno è aperta a tutti i fedeli e quanti sono interessati.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.