Trentino, case gratis per nuove famiglie: l’iniziativa della Provincia di Trento

Il progetto di ripopolamento nel comune di Canal San Bovo è destinato a coppie dai 18 ai 45 anni, in cambio è richiesto impegno nei confronti della comunità

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:16
Canal San Bovo, un'immagine da Wikipedia

Case ‘gratis’ per coppie tra i 18 e i 45 anni, con o senza figli, nel piccolo borgo di Canal San Bovo tra le montagne del Trentino. In cambio della disponibilità a svolgere alcune attività in favore della comunità: è l’idea per sfruttare il patrimonio immobiliare pubblico sfitto o inutilizzato per dare nuova linfa ai tessuti montani, favorire la nascita di nuove reti sociali ed evitare lo spopolamento dei territori di montagna.

C’è tempo fino al 31 agosto per rispondere al bando proposto dall’Agenzia per la coesione sociale e la famiglia della Provincia autonoma di Trento, Itea, Servizio politiche per la casa, Comune di Canal San Bovo, Comunità di Valle e Fondazione Franco Demarchi.

Canale San Bovo, 750 metri di altezza, 1.518 abitanti appena, si trova nella Valle del Vanoi, ed è al centro del progetto “Coliving: collaborare, condividere, abitare”. Il bando prevede di mettere a disposizione alcuni alloggi da conferire in comodato d’uso gratuito per un periodo iniziale di 4 anni, al termine del quale si potrà scegliere, in base al proprio indicatore di condizione economica familiare, tra il canone concordato e il canone sostenibile.

L’iniziativa è stata sviluppata dall’Agenzia per la coesione sociale e la famiglia della Provincia Autonoma di Trento, non nuova a progetti analoghi. Chi aderisce avrà non solo l’opportunità di vivere in un luogo dal grande valore naturalistico, ma anche di usufruire dei servizi di prim’ordine messi a disposizione dei residenti: il cablaggio del territorio e la banda larga nelle abitazioni favorisce lo smart working; inoltre un team è a disposizione per accompagnare le coppie nell’integrazione e nella ricerca di occasioni professionali. “Le nuove famiglie – spiega Bortolo Rattin, sindaco del Comune di Canal San Bovo – apporteranno nuova linfa alla comunità e a loro potremmo offrire nuove opportunità per progetti di vita, con il comune intento di una crescita sociale, culturale ed economica della valle del Vanoi”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.