MARTEDÌ 16 GENNAIO 2018, 11:00, IN TERRIS


STATI UNITI

Spettacolo naturale nel Michigan: il fiume gela in tre ore

Incredibile processo di congelamento per l'Au Sable. Altrettanto veloce il disgelo e l'innalzamento delle acque

REDAZIONE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Stati Uniti, l'Au Sable congelato
Stati Uniti, l'Au Sable congelato
D

allo stato liquido a quello solido in meno di tre ore: è successo al fiume Au Sable, nel Michigan, vittima dell'incredibile ondata di gelo che ha colpito gli Stati Uniti nei giorni scorsi e che, in molti punti del Paese, ha provocato fenomeni atmosferici assolutamente unici. Nel caso del piccolo corso d'acqua del nord est degli Usa, il processo di congelamento è stato sorprendentemente rapido, così come altrettanto veloce è stato quello di disgelo: il "gonfiaggio" delle acque dovuto alla presenza di blocchi di ghiaccio è stato immortalato in timelapse dal servizio meteorologico di Burlington, nel Vermont, e successivamente diffuso su Twitter.


Il 'gonfiaggio' del fiume

L'incredibile sequenza mostra, a velocità accelerata, il passaggio del fiume dallo stato liquido a un cumulo di scaglie di ghiaccio di varia grandezza che, in un tempo incredibilmente breve, portano all'innalzamento del livello ben sopra la norma. Con il miglioramento delle temperature, le lastre di ghiaccio sono state sciolte dal calore e, ben presto, spazzate via dalla corrente, provocando una crescita ulteriore della massa d'acqua sull'alveo dell'Au Sable. I frammenti di ghiaccio, come spiegato successivamente dagli stessi meteorologi, creano un'interruzione del normale flusso della corrente e, di conseguenza, un vertiginoso aumento di livello, con rischio di esondazione soprattutto in prossimità di ponti o basse rive.


Freddo eccezionale

Lo spettacolo naturale offerto dall'Au Sable fa da cornice alla violenta ondata di freddo che ha investito gli Stati Uniti e che, nei giorni scorsi, ha portato non poche difficoltà agli abitanti di alcune aree del nord. Gli stessi pezzi di ghiaccio infranti dal riprendere dello scorrimento delle acque e dal calore, rappresentano un potenziale rischio, seppur parziale, per gli insediamenti limitrofi ai fiumi nella loro corsa verso valle, portando con sé frammenti di roccia, rami d'albero e altri materiali presenti sulle rive. Lo spettacolare fenomeno del fiume che scorre fra il Michigan e lo stato di New York ha permesso agli studiosi di avere una riprova dell'eccezionalità del fenomeno atmosferico che ha interessato l'area orientale degli States, dovuta proprio al brevissimo lasso di tempo occorso alle acque per congelarsi e scongelarsi.

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
La nave Ocean Viking
MIGRANTI

Intesa raggiunta: Ocean Viking attracca a Malta

Il premier maltese ne dà l'annuncio via Twitter: i 356 naufraghi saranno redistribuiti in altri 6 Paesi
Pupi Avati
CINEMA

Ecco “Il signor diavolo” di Pupi Avati

Il regista cattolico trasforma in film il suo libro sulla presenza del male
 Alexei Navalny
RUSSIA

Mosca: rilasciato il dissidente Alexei Navalny

Era stato arrestato sotto casa lo scorso 24 luglio
Il viadotto crollato
ANCONA

Crollo cavalcavia A14: Procura, 22 a processo

Richiesta per 18 persone e 4 società; l'udienza preliminare si terrà il 9 dicembre
Donald Trump

La Groenlandia, gli europei e gli americani

Donald Trump non si recherà più in visita di Stato nel regno di Danimarca. Infatti il Tycoon presidente,...
La corona del Rosario

Avere con sé il Rosario non è mai peccato

Un simbolo che esula da ogni connotazione che non abbia a che fare con la fede e la preghiera