Sarà l’ultima ora solare?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:00

Questa notte alle 3, come ogni anno nell'ultima settimana di ottobre, farà il suo ritorno l'ora solare con le lancette spostate indietro di 60 minuti. Questo fine settimana potrebbe essere l'ultimo dall'istituzione dell'ora legale, avvenuta nel 1966 allo scopo di garantire ai cittadini un beneficio economico dovuto ad un notevole risparmio energetico in bolletta, grazie all'ora di luce solare in più.  

In effetti, il risparmio c'è: da un'indagine effettuata lo scorso anno è emerso che nel periodo marzo-ottobre 2017 il risparmio energetico nel nostro Paese è stato di 567 milioni di kWh, in pratica il consumo medio annuo di elettricità di oltre 200 mila famiglie, con un risparmio economico di circa 110 milioni di euro.

Esistono anche benefici legati alla salute: se è vero che una notte all'anno si dorme un'ora in meno, l'ora legale porta vantaggi che sarebbero ben superiori agli svantaggi. Avere più luce solare infatti fa bene all’organismo in quanto aiuta a sintetizzare la vitamina D che favorisce il rilascio di dopamina e migliora l’umore.

Unione Europea

Ora però – dopo 52 anni dall'avvento – l'Unione Europea sta valutando di abolire il doppio cambio annuale, dando così ad ogni Nazione la possibilità di scegliere se adottare l'ora solare o quella legale per tutti i 365 giorni dell'anno. L’ora legale non è presente in tutto il mondo, lo è in quei Paesi che più necessitano di luce: nel 1996 però tutti i Paesi dell’Unione Europea hanno scelto di effettuare il cambio dell’ora nel medesimo momento.

Ma la proposta Ue (che lascerebeb in definitiva libertà di scelta a ogni songlo Stato membro) non piace a molti che ne evidenziano le possibili problematiche. Infatti, lo switch – vale a dire l'uso di fusi orari diversi all'interno degli Stati membri – potrebbe generare inconvenienti nei trasporti e nei viaggi, ma anche nella comunicazione e nello scambio di valute via internet. I pro sono soprattutto per i Paesi del Sud Europa, Italia compresa, che come già visto beneficerebbero di un risparmio nel costo della corrente elettrica, ma solo se l'Italia scegliesse di rendere definitiva l'ora legale.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.