Patate bollenti? Come sbucciarle senza bruciarsi le dita

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:48
Pixabay

Avere tra le mani “una patata bollente” significa trovarsi in una situazione difficile, vediamo come riuscire ad evitarne almeno mentre siamo ai fornelli.

Gli chef che vediamo all’opera nei programmi televisivi o nell’infinita messe di video che circolano su tutti i vari social network ci ispirano tanti manicaretti e tante pietanze che amiamo provare a replicare a casa nostra. Spesso la differenza nel risultato la fa però la loro maestria con gli “attrezzi del mestiere“, per cui capire quali sono i loro “trucchetti” può essere un ottimo modo per la migliore riuscita della nostra ricetta. Le patate sono un ottimo ingrediente per tanti piatti, dai contorni a molto altro, inoltre sono ricche di potassio e anche un’ottima fonte di carboidrati. Non sono però un alimento che si prepara molto velocemente, a partire dal primo passaggio della “procedura”: pelarle.

Pixabay

E allora vediamo di capire come si possono sbucciare le patate bollenti con una tecnica che ci permetterà di risparmiare del tempo prezioso, un altro ingrediente fondamentale quando si è all’opera ai fornelli, ed energie.

Il trucco

Le patate sono un ingrediente dall’aspetto semplice e quasi dimesso, ma rappresentano una grande risorsa per una varietà di piatti deliziosi, se si azzeccano gli accostamenti giusti come ad esempio delle salse apposite per esaltarne il sapore. Ma è anche vero che richiedono tempi un po’ lunghi e per risolvere questo problema occorrono la manualità e la rapidità di quei famosi cuochi che cucinano e giudicano sul piccolo e sul piccolissimo schermo. Per cui, bisogna trovare un modo per sbucciarle quando sono ancora bollenti. Una soluzione per non scottarsi le dita né usare posate o pelapatate.

Per farlo vengono in nostro soccorso la creatività, importantissima quando si cucina, ma anche la scienza e la chimica. Ecco allora qual è il trucco, la “ricetta segreta” per sbucciare le patate quando ancora scottano: provocare uno choc termico.

Anche se il nome fa tornare alla memoria le spiegazioni del professore di scienze dei tempi della scuola, calcoli e formula, provocare questo fenomeno è molto semplice, pratico e veloce. Per prima cosa si mettono a bollire le patate e si riempie una ciotola con dell’acqua fredda, dandosi una mano magari con dei cubetti di ghiaccio. Quando le patate sono bollenti, le buttiamo nella ciotola e queste in pochissimo tempo si raffreddano e sgretolano.

Rapidità, manualità, creatività e scienza sono davvero gli ingredienti più preziosi in quei momenti in cui ci mettiamo ai fornelli.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.