Una nave per salvare i migranti nel Mediterraneo, al via la raccolta fondi

A bordo di ResQ, per ora virtualmente, sono già saliti in tanti. Tra questi, il noto trombettista Paolo Fresu con un video

ULTIMO AGGIORNAMENTO 4:00

E’ partita sabato 3 ottobre la raccolta fondi per far diventare realtà un progetto ambizioso: una nave umanitaria per salvare i naufraghi del Mediterraneo ed impedire altre stragi.

E’ quanto vuole realizzare “ResQ – People Saving People” che ha scelto non a caso la data del 3 ottobre per far partire la raccolta di fondi. La data commemora il naufragio davanti Lampedusa avvenuto 7 anni fa. In quell’occasione, morirono 368 perone. Molti, anche le istituzioni, dissero davanti a quelle bare allineate in un hangar “mai più”. E invece è successo ancora.

Fresu testimonial

“Adesso tocca a ciascuno di noi: perché non ci siano altri migranti annegati occorre anche dare forza ad un progetto come ResQ – People Saving People”, ricordano i promotori dell’iniziativa.

A bordo di ResQ, per ora virtualmente, sono già saliti in tanti. Tra questi, il noto trombettista Paolo Fresu che ha lasciato un suo contributo video.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.