DOMENICA 07 APRILE 2019, 11:00, IN TERRIS


GIAPPONE

Miura, highlander del calcio: in campo a 52 anni

L'ala nipponica, primo giapponese a giocare in Italia (nel Genoa, stagione '94-95), non ha intenzione di mollare

REDAZIONE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Kazuyoshi Miura. Nel riquadro, durante la sua esperienza al Genoa
Kazuyoshi Miura. Nel riquadro, durante la sua esperienza al Genoa
C

inquantadue anni come se fossero 25. A esagerare una trentina. Kazuyoshi "Kazu" Miura, ex attaccante del Genoa, continua a stupire tutti per la sua incredibile tenuta atletica che gli consente, superata abbondantemente la mezza età, di giocare ancora a livello professionistico con sorprendente disinvoltura e segnando ancora qualche gol. Lo fa in Giappone, nello Yokohama Fc, con il suo intramontabile numero 11 sulla schiena. Inevitabile che, vista l'età, Kazu continui a infrangere record su record, compreso quello di marcatore più anziano della storia del calcio, stabilito il 12 marzo 2017 a 50 anni e 14 giorni. Nella sua lunga intervista concessa due giorni fa a "L'Equipe", Miura è stato chiaro: "Quando morirò, vorrei che si dicesse che è morto il calciatore Kazu Miura, non 'l'ex giocatore".


L'avventura al Genoa

Per il calcio giapponese è una vera e propria leggenda. Per gli italiani un ricordo anche affettuoso, specialmente per i genoani, che lo ebbero tra le proprie fila nientemeno che nella stagione 1994-95, sportivamente parlando una vita fa, anno in cui diventò il primo calciatore nipponico a giocare nella nostra Serie A. All'epoca il suo trasferimento, in quel momento per l'appunto un unicum in un campionato dove ogni squadra aveva tendenzialmente al massimo un paio di stranieri, suscitò grande interesse visto anche il coinvolgimento di alcuni sponsor che, a ogni sua partita, versavano una somma per l'acquisto dei diritti della partita da trasmettere poi in patria. Nonostante il grande marketing, tuttavia, l'avventura italiana di Miura durò appena una stagione e non andò esattamente alla grande. A lui va però il merito del costante lavoro, dell'impegno sul campo e, nondimeno, di uno storico gol nel derby con la Sampdoria (perso poi per 3-2) che lo consegnò alla memoria dei tifosi del Genoa per ben altri motivi rispetto alla fastosità del suo tesseramento.


Sempre in campo

Ora, a 52 anni e con il fisico che ancora risponde bene, Kazu non ha alcuna intenzione di fermarsi: "E' il corpo che decide. Se sarò stanco al punto da non potermi allenare, sarà il momento. Ma oggi non riesco a immaginare di dire addio a 50 mila persone dentro uno stadio". Una carriera dirigenziale non lo interessa minimamente: "Il mio unico desiderio è essere un calciatore. Fino alla morte se possibile".

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
La sede della Corte dei Conti
POLITICA FISCALE

Corte dei Conti: "Taglio tasse? Strategie di lungo respiro"

Lo hanno detto le Sezioni riunite dell'organo di rilievo costituzionale
LAZIO

Roma, pittore ucciso: fermato un 18enne

Per l'omicidio di Umberto Ranieri è indagato un giovane originario della Tunisia
Barchetta di carta con foto di immigrati
MIGRANTI

Sea Watch chiede soldi: "Aiutateci a difendere i diritti umani"

Colletta dell'ong per le spese legali da affrontare se sbarca in Italia. Salvini: "Nave fuorilegge"
Il garage a Chiavari in cui è stato ucciso Orazio Pino
CHIAVARI

Omicidio Orazio Pino: arrestato il presunto assassino

Si tratterebbe di Sergio Tiscornia, fidanzato dell'amante della vittima
Antonio Stano
NERA

Manduria, morte di Stano: altri nove arresti, otto minori

Dalle carte emerge anche un nuovo episodio nei confronti di un'altra persona con disturbi mentali
Carabinieri in azione
NAPOLI

Maxi colpo alla Camorra: 126 arresti in tutta Italia

Persone considerate appartenenti ai clan Contini, Mallardo e Licciardi
 Migranti al confine tra Stati Uniti e Messico
MESSICO

Migranti Usa: morti una donna e 3 bimbi

Le autorità: "Decedute per disidratazione ed esposizione all'eccessivo caldo"
Manifestazione pro-Tav a Verona
TORINO - LIONE

Tav: il finanziamento dell'Ue salirà al 55%

Toninelli: "Rimango sempre dell'idea che i soldi possano essere impiegati meglio"