Il tuo telefono è lento? Il trucchetto che devi assolutamente conoscere per farlo tornare come nuovo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:30

Lo smartphone è ormai “il miglior amico dell’uomo”, ma col tempo questo indispensabile oggetto si rallenta. Eccome come farlo tornare performante.

Senza smartphone probabilmente faremmo la metà delle cose che facciamo ogni giorno, o almeno ci metteremmo il doppio del tempo per farle. Che si tratti di leggere e rispondere alle e-mail, telefonare a un parente, un amico o un collega di lavoro, cercare una ricetta o tenersi aggiornati sulle ultime notizie e le ultime tendenze, pagare un acquisto in un negozio, scattare una foto per ricordare un bel momento o una località che ci ha incantato, questo piccolo oggetto tascabile è diventato ben più di una nostra appendice o di uno strumento utile. Lo smartphone, un vero computer che gestiamo con il polpastrello di un dito (il pollice) da cui non ci separiamo mai.

Questa frenetica attività significa che sul device viaggia costantemente un’enorme quantità d’informazioni, dati che vengono salvati nello smartphone e che col passare del tempo, accumulandosi, lo “appesantiscono” finendo per rallentarne le prestazioni. E cosa c’è di peggio dell’attesa che la pagina o la finestra che vogliamo aprire si carichi, con molta lentezza, mentre siamo di sempre di fretta, magari alla cassa del supermercato?

Il rimedio c’è

Niente paura, è assolutamente normale che accada, non preoccupatevi che il vostro smartphone possa essersi danneggiato o infettato con qualche virus. Niente paura, di nuovo, perché a tutto c’è rimedio. Ecco quello che fa al caso in questione.

Per non arrecare danno al device, prima di procedere ricordarsi di spegnere il dispositivo e di rimuovere la scheda sim e la microSD. Il telefono va riacceso poi tenendo premuti contemporaneamente il tasto Power e quello che alza il volume dell’audio. A questo punto si apre il menù Recovery. Qui navigate all’interno dell’elenco, scorrendo in alto e in basso sempre con i tasti che regolano il volume, fino a trovare e selezionare la voce Wipe data factory reset, poi Wipe dalvik cache. In questo modo potete effettuare il reset completo del dispositivo.

Una volta effettuate queste due operazioni, cercate sempre nel menù recovery la voce reboot. Una volta trovata, selezionatela cliccandoci sopra: in questo modo il device sarà riavviato e quando tornerà alla scherma iniziale, terminato il processo, avrete tra sul palmo della mano uno smartphone performante come quando lo avevate appena comprato e acceso.

Un po’ di buona manutenzione, ogni tanto, “fa bene” al dispositivo e vi ricorda anche di buttar via quello che non è davvero essenziale.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.