I colori dell’anno che verrà

Lasciarsi alle spalle il 2020 puntando su un grigio brillante e un giallo sole

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:07

E’ tipico di questi giorni natalizi che precedono la fine dell’anno, intrattenersi con le classifiche più curiose e divertenti che mettono insieme quel che ci lasciamo alle spalle e quel che ci aspetta.

Il 2021 nel segno del grigio e giallo 

Il Pantone Color Institute ad esempio ha stabilito che il grigio e il giallo saranno i colori del prossimo anno: dopo un 2020 così difficile hanno pensato di raddoppiare la dose di cromoterapia e trovare ben due colori di tendenza! L’autorevole accademia coloristica americana ha individuato in un connubio di colori come il grigio e il giallo un messaggio di forza e speranza.

Conoscere i colori nel dettaglio

Si tratta di un grigio pieno brillante, né troppo chiaro né troppo scuro, tipico del design nordico, e un giallo giallo, carico ma non senape né aranciato. Una coppia definita perfetta per l’activewear, la moda sportiva, vitaminica per cappotti e capispalla in generale ma soprattutto molto portata per il design, tra lampade, colori alle pareti, salotti. “Concreta e salda, calorosa e ottimista questa combinazione di colori – ha aggiunto la Eiseman – ci trasmette un senso di resilienza e di speranza. Abbiamo bisogno di sentirci incoraggiati e risollevati, è qualcosa di essenziale per la mente umana”. 

Uscire dalla pandemia anche attraverso i colori

I designer concordano: il grigio è un colore che conferisce una nota elegante. Essenziale è usarlo con parsimonia e nei punti giusti. Il giallo è la combinazione perfetta col grigio e rispecchia i due lati di quest’anno di incertezza. La calma rilassata del grigio con il sole del giallo si offrono a diversi usi, dall’arredamento alla moda.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.