Hai questo smartphone? Allora stai per perdere Whatsapp: l’incubo del 2022

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:00

Whatsapp potrebbe scomparire dal suo cellulare nei prossimi giorni. Ecco quali sono i modelli di smartphone che devono correre ai ripari

Il 2022 è appena iniziato e tutti speriamo che porti novità positive, soprattutto dopo aver fatto i conti con due anni particolarmente difficili a causa della pandemia che ha fortemente limitato spostamenti e incontri di persona.

Il Covid-19 ci ha portato a cambiare molte nostre abitudini, non tutte in modo negativo. Abbiamo scoperto (o riscoperto) l’importanza di comunicare anche se a distanza grazie ai tanti programmi e applicazioni di comunicazione attraverso smartphone, tablet e pc. Grazie a quest’ultimi abbiamo la possibilità di riuscire a comunicare in qualsiasi momento con amici e parenti molto distanti da noi, gratuitamente.

Quali smartphone dovranno dire addio a Whatsapp

A tal fine esistono una molteplicità di servizi, come ad esempio le applicazioni di messaggistica istantanea. Ebbene, soffermandosi su quest’ultime interesserà sapere che giungono brutte notizie per molti utenti di Whatsapp. Questi, infatti, dovranno dire addio nel corso del 2022 alla nota applicazione di messaggistica istantanea, la più usata al mondo. Ma per quale motivo? Entriamo quindi nei dettagli e vediamo tutto quello che c’è da sapere in merito.

In molti rischiano di dover fare i conti con un vero e proprio incubo. Questo in quanto saranno molti i dispositivi sui quali Whatsapp smetterà di funzionare nel corso del 2022, come evidenzia il sito di analisi contocorrenteonline.it. Ma per quale motivo e soprattutto quali sono i dispositivi a rischio? Bisogna sapere che anche quest’anno la nota app smetterà di funzionare su alcuni tipi di smartphone.

Questo accadrà in quanto, essendo modelli datati, non risulteranno più compatibili e non potranno scaricare gli aggiornamenti. Whatsapp, d’altronde, è in continuo aggiornamento e per questo motivo è molto facile che ci si imbatta in dispositivi meno recenti, non in grado di supportare le nuove funzionalità.

In particolare, finiranno nel mirino i dispositivi con un aggiornamento uguale o inferiore ad Android 4.04 o con sistema operativo iOS 9 e precedenti. Diversi sono gli utenti che dovranno dire addio a Whatsapp nel corso dell’anno appena iniziato, anche appartenenti a marchi particolarmente noti.

Entrando nei dettagli, tra i modelli che non potranno più utilizzare la nota app di messaggistica istantanea si annoverano iPhone 6S, 6S Plus e iPhone Se della Apple. Per quanto riguarda i dispositivi Samsung, a dire addio a Whatsapp nel corso del 2022 saranno Galaxy Trend Lite e il Galaxy Trend II. Ma non solo, anche Galaxy S3 mini, Galaxy Xcover 2, Galaxy Core e Galaxy Ace 2.

Ben 17 gli smartphone targati LG che non potranno più utilizzare Whatsapp. Entrando nei dettagli si tratta dei seguenti: Lucid 2, Optimus F7, Optimus F5, Optimus L3 II Dual, Optimus F5, Optimus L5 II, Optimus L5 Dual e Optimus L3 II. Ma non solo: anche Optimus L7 II Dual, Optimus L7 II, Optimus F6, Enact, Optimus L4 II Dual, Optimus F3, Optimus L4 II, Optimus L2 II e Optimus F3Q. Se tutto questo non bastasse, anche tre modelli targati Huawei dovranno dire addio a Whatsapp. Quest’ultimo, infatti, smetterà di funzionare su Ascend G740, Ascend Mate e Ascend D2.

Per quanto riguarda Sony, Whatsapp non funzionerà più su Xperia M. Tra gli altri dispositivi su cui non funzionerà più la nota applicazione di messaggistica istantanea, poi, si annoverano: Archos 53 Platinum, HTC Desire 500, Caterpillar Cat B15, Wiko Cink Five, Wiko Darknight, Lenovo A820, UMi X2, Faea F1 e THL W8.

Diversi, quindi, sono i dispositivi su cui Whatsapp smetterà di funzionare nel corso dell’anno appena iniziato. Si consiglia, pertanto, di prestare molta attenzione al proprio modello, onde evitare di dover fare i conti con spiacevoli inconvenienti, e considerare se convenga cambiarlo con uno più recente o se sia meglio dire addio a Whatsapp.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.