Giornata mondiale delle calze spaiate, oltre l’ironia una morale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:12
Da pagina Fb Giornata delle calze spaiate 2021
Classi quarte C/D Circolo Didattico “Eduardo De Filippo” Santa Maria la Carità Napoli

Quante volte vi sarà capitato di sentirvi soli e alla deriva, disorientati? E se il paragone non vuole essere irriverente, ma anzi, tirare su il morale sappiatelo: oggi è la giornata mondiale dei calzini spaiati. Che poi è la metafora di quando ci sentiamo, appunto, come sopra descritto.

E’ comprovato che ognuno di noi ha, in casa, una serie più o meno ampia di calze di cui si è misteriosamente perso il gemello. La quantità aumenta all’aumentare dei membri della famiglia e si finisce per avere cassetti dedicati esclusivamente ai calzini senza paio…

Allora, dall’inventiva di una maestra friulana è nata, circa undici anni, fa un’iniziativa davvero simpatica: la giornata mondiale dei calzini spaiati.

In cosa consiste e come partecipare

Complici le potenzialità dei social, questa giornata è diventata ben preso internazionale e per “aderire” non bisogna far altro che indossare due calze di colore e tipo diverso, scattare una foto ai propri piedi e postarla sui propri profili social. Rigorosamente con l’hashtag #calzinispaiati2021!

Il senso più profondo della giornata

Quest’iniziativa non vuole essere solo una trovata per burloni: intanto, un po’ di sana ironia non fa male, specialmente in un momento buio come quello che stiamo vivendo.

Lo scopo più profondo di questa giornata è quello di sensibilizzare all’accettazione del diverso. Sul rispetto reciproco, sulla solidarietà, sull’inclusione. Inoltre, nel difficile periodo della pandemia, questa giornata vuole aiutarci a uscire dall’isolamento, a sentirci meno soli e distanti, non sentirsi esclusi. Provare per credere!

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.