Ghiacciai: ecco cosa accadrà entro il 2035

Previsione basata anche sulla storia climatica della Terra. I ghiacciai dell'Artico potrebbe essere senza più ghiacci nel 2035

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:13
ghiacciai

Una delle più grandi catastrofi degli ultimi decenni è lo scioglimento dei ghiacciai marini che corre più rapido delle più catastrofiche previsioni. L’Artico potrebbe essere senza più ghiacci nel 2035. Secondo il modello elaborato dalla British Antarctic Survey e pubblicato sulla rivista Nature Climate Change, ciò che sta accadendo ora è simile a quanto accaduto nell’ultimo periodo interglaciale.

 

I possibili scenari

Le precedenti proiezioni dell’Intergovernmental Panel on Climate Change (Ipcc) delle Nazioni Unite davano la persistenza dei ghiacci marini in estate. Questi si troverebbero su un’area di un milione di chilometri quadrati fino almeno al 2050 o oltre il 2100. Quest’ultima analisi, però, mostra che anche nel miglior scenario possibile, i ghiacci artici marini non raggiungeranno questo traguardo, e potrebbero sparire prima della metà del secolo.

 

I fattori da considerare

Secondo Louise Sime, coordinatrice dello studio, ci sono molti fattori da considerare. “Possiamo avere una migliore comprensione del futuro guardando indietro all’ultimo periodo caldo della Terra, iniziato 130.000 anni fa, e molto più caldo di oggi”.

Secondo questo nuovo modello l’Artico è stato molto probabilmente senza ghiacci nelle estati dell’ultimo periodo interglaciale. Ciò è stato aumentato dalla presenza dei cosiddetti melt ponds o stagni di fusione, cioè le pozze di acque libere che si formano sul ghiaccio marino.

Queste si creano nei mesi più caldi di primavera ed estate. In questo modo si riduce la riflettività della superficie e assorbono molta più radiazione solare del terreno ghiacciato.

 

Ghiacciai sempre più instabili

Alcuni studi hanno mostrato che questi stagni aumentano lo scioglimento dei ghiacci circostanti. Inoltre incrementano anche la potenziale fioritura del fitoplancton nell’oceano, rendendo i ghiacci marini più instabili e causando fratture.

Se quanto avvenuto in passato con questi stagni accadrà in futuro, secondo i ricercatori i ghiacci marini artici spariranno tra il 2035 e 2086. Questo studio, precisano i ricercatori, non è una misura diretta del ghiaccio sciolto oggi, ma una previsione basata su ciò che è accaduto in passato e di quanto si sa ora sui fattori climatici.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.