“Fab Food. The new spaces and rituals”. Una mostra digitale sul cibo, design e natura.

L’esposizione si sarebbe dovuta tenere presso il Fuorisalone 2020, ma, causa pandemia è stato scelta la formula digitale.

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:10

“Fab Food. The new spaces and rituals” è la prima mostra virtuale di Elle Decor Italia firmata Vudafieri-Saverino Partners. Si tratta di un viaggio alla scoperta di nuovi luoghi, riti e prodotti del mondo dell’alimentazione.  Il cibo viene concepito come un progetto spettacolare e sostenibile.

Il progetto

Il progetto, originariamente era stato pensato per il Fuorisalone 2020, ma, a causa della pandemia ha cambiato veste nella versione digitale. La mostra è stata realizzata con il contributo di Vudafieri-Saverino Partners (concept e exhibition design), 150UP (digital design), Marco Bay (landscape design) e Sonia Massari (food advisor).

Il percorso

GIi argomenti della mostra sono:  natura, nutrizione legata alla sostenibilità e alla salute e design. Si  parte da Labyrinth, uno spazio green con angoli dedicati a pause pranzo in relax, protetti da pareti di piante edibili ideate dall’architetto paesaggista Marco Bay. Si prosegue con Future Market, supermercato futuribile dove scoprire le nuove frontiere del cibo e del food design, delineate in collaborazione con Sonia Massari. Tribes, invece, è la terza stanza, dove con ironia viene delineata la personalità di tre categorie di consumatori attraverso le loro scelte alimentari; mentre Home, permette di entrare in un ambiente dove vengono suggerite modalità di consumo del cibo libere e non convenzionali. Il percorso si chiude con spazi dedicati alla ristorazione: Cook & Share è un’idea di tavola condivisa ma con la dovuta attenzione alle regole della prossimità; Slow Good è una nuova formula di ambiente conviviale, dove si trova una zona Eat Alone, arredata con librerie e piccoli tavoli per consumare un pasto in solitudine e in totale comfort; il Ristorante Decor, ha una spettacolare installazione in collaborazione con Richard Ginori.

I menù

In ognuno dei due ristoranti c’è un menu che è possibile ordinare e ricevere direttamente a domicilio, grazie alla partnership con Maio Cooking Box, azienda specializzata nella ristorazione che propone un food delivery gourmet a Milano e in alcune provincie piemontesi.

Il design

Protagonisti di Fab Food sono, anche, i 250 pezzi di design che è possibile visualizzare in 3D, di cui molti sono anteprime delle novità 2020. È possibile, inoltre, cliccare su ogni singolo oggetto e si apre un approfondimento dedicato al prodotto: con video, schede tecniche, informazioni dettagliate e, in alcuni casi, lo zoom sui particolari, oltre al link al sito o all’e-commerce del brand.

Il link per visitare la mostra: http://https://fabfood.elledecor.it/

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.