GIOVEDÌ 25 GENNAIO 2018, 11:00, IN TERRIS


IL RITROVAMENTO

Ex agenti Cia trovano il "narcosottomarino" di Escobar

Lo scafo abbandonato sui fondali colombiani: era usato per il contrabbando

REDAZIONE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Il relitto sommerso
Il relitto sommerso
S

ingolare scoperta quella di due ex agenti della Cia, Doug Laux e Ben Smith: dopo aver ricevuto la segnalzione di un uomo residente in un villaggio sulle cose colombiane, i due si sono recati sul posto sentendo parlare di un certo sottomarino appartenuto nientemeno che a Pablo Escobar, leader del cartello di Medellin e considerato uno degli esponenti di spicco del narcotraffico del Sudamerica. Uno scafo che, a quanto pare, il supercriminale usava per contrabbandare stupefacenti (soprattutto cocaina) con gli Stati Uniti. Ed ecco che, a non molti metri di profondità nelle acque della Colombia, Laux e Smith si sono trovati di fronte al relitto, testimoniando con un video registrato da Discovery UK la loro "scoperta".

All'entusiasmo del ritrovamento, però, si è affiancata la "delusione" per non aver trovato traccia, nella carcassa dell'imbarcazione, del favoloso tesoro che avrebbe dovuto contenere: una fortuna che, secondo le stime, avrebbe avuto un valore complessivo di ben 50 miliardi di dollari. "Non ci sono soldi, gioielli o droga", si sente dire uno degli agenti in barca, mentre uno dei due sommozzatori impiegati esplora inutilmente il sottomarino il quale, in realtà, era stato già "adocchiato" dall'Intelligence americana proprio in virtù di quello che sarebbe dovuto essere il suo contenuto. 

Nonostante la delusione, nel video gli agenti hanno tentato di fornire possibili spiegazioni alla carcassa vuota: probabilmente, durante gli anni, i vari cambiamenti nel rilievo oceanico potrebbero aver provocato lo spostamento degli oggetti e di altre parti della livrea e dello scafo. L'azione delle correnti, dunque, avrebbe fatto il resto disseminando il "leggendario" contenuto del sottomarino chissà per quante miglia sul fondale oceanico. Non era inusuale che Pablo Escobar, leader del cartello di Medellín (ucciso il 2 dicembre 1993), usasse navi sottomarine per sfuggire ai controlli e trasportare enormi spedizioni di cocaina a Miami, utilizzando la rotta in direzione di Porto Rico.

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
FIUMICINO

Arrestato il boss dei narcos Dottor Wagner

Socio di El Chapo, coordinava il trasferimento di stupefacenti dal Messico agli Stati Uniti
Metro della linea 2 allagata
CAMPANIA

Bomba d'acqua su Napoli: metro allagata

Problemi anche per chi viaggia in circumvesuviana
Campo rom
PISA

Matrimonio combinato e violenze sulle figlie: padre arrestato

Accusato di "costrizione o induzione al matrimonio", primo caso in Italia
Phoebe Waller Bridge
EMMY AWARD 2019

Emmy: trionfa Fleabag, al Trono di Spade 2 statuette

Tutti i premi più importanti della televisione consegnati nella notte del 22 settembre a Los Angeles
Il card. Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e presidente del Ccee
GENOVA

Al via il percorso diocesano di formazione socio politica

Il 22 novembre interverranno il card. Bagnasco e David Sassoli, presidente del Parlamento europeo
Ocean Viking
MIGRANTI

L'Ocean Viking attraccherà a Messina

Ok del Viminale: i 182 a bordo toccheranno terra in Sicilia. Tutto pronto, intanto, per il summit a La Valletta
Gino Paoli
ARTISTA E POETA

Gino Paoli e un compleanno senza celebrazioni

L'autore di "Senza fine" e di "Sapore di sale" festeggia oggi 85 anni
Il cenno d'intesa fra Vettel e Leclerc all'arrivo del Gp di Singapore - Foto © Twitter
IL GP

Vettel-Leclerc: Singapore è rosso Ferrari

Straordinaria doppietta per il team di Maranello davanti a Verstappen ed Hamilton
La sacca dell'iniziativa
AMBIENTE

Legambiente: “Rifiuti e pregiudizi inquinano”

700 mila volontari a “Puliamo il mondo”: effetto Greta sull’eco-mobilitazione arrivata alla 27° edizione
L'epicentro del sisma
SISMA

Terremoto in provincia di Udine

Magnitudo 3.8 con epicentro a Tolmezzo, stamattina ha tremato il Centro Italia
Ospedali riuniti di Foggia
CERIGNOLA | FOGGIA

Picchiati da coetanei senza motivo: 2 ragazzi in ospedale

Un secondo agguato a Foggia nei confronti di altri due minorenni
Giuseppe Conte con Maurizio Landini
LECCE

Conte dalla Cgil: "Pugno duro
con chi evade"

Il premier chiude le Giornate del lavoro organizzate dalla sigla sindacale