Ecco la Nazionale di calcio della Sardegna

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:00

La notizia piacerà senz'altro agli indipendentisti dell'isola: la Sardegna presto potrà avere una sua Nazionale di calcio. L'annuncio è stato dato dalla Conifa (Confederation of Independent Football Associations), ovvero la federazione calcistica cui sono affiliate squadre che rappresentano Stati senza riconoscimento internazionale, minoranze etniche e regioni e micronazioni non affiliate alla Fifa, e che ha accettato l'isola come nuovo membro. La selezione sarda potrebbe così prendere parte agli eventi ufficiali organizzati dalla Conifa, come la Coppa del Mondo e le Coppe continentali.

Il precedente padano

La Sardegna potrà dunque giocare un derby italiano con la Padania, altra Nazionale affiliata alla Conifa, che partecipa ormai in modo abituale alle due competizioni. La Nazionale nacque a metà anni ottanta, sulla spinta secessionista dell'allora Lega Nord. La bandiera è, infatti, il sole delle alpi, storico simbolo del partito politico. La prima maglia è bianca con un grande croce di San Giorgio rossa sul petto (molto simile alla divisa dell'Ambrosiana, progenitrice dell'Inter), mentre la maglia da trasferta è a righe orizzontali verdi e bianche. La Padania ha partecipato a due edizioni della Coppa del Mondo Conifa, nel 2015 e nel 2017, vincendole entrambe. A quella del 2015 ha partecipato anche il difensore lituano Marius Stankevicius, ex di Brescia, Sampdoria e Lazio: la presenza di un calciatore che ha collezionato 65 presenze con la Lituania dimostra che vestire la maglia di una squadra Conifa non esclude di poter giocare anche con una Nazionale Fifa.

Chi potrà giocare con la Nazionale sarda

Nella Nazionale della Sardegna (che potrebbe avere una maglia molto simile a quella della Padania, essendo la Croce di San Giorgio, con i quattro mori, la bandiera dell'isola) potranno giocare diversi calciatori di Serie A: tra i pali il pensiero corre a Salvatore Sirigu del Torino, convocato fisso nella Nazionale italiana, tra le fila del Cagliari ci sono i prodotti del vivaio Marco Sau e Nicolò Barella (che da poco ha esordito in maglia azzurra). Sardi doc sono anche Alessandro Deiola (al Parma in prestito dal Cagliari), Nicola Murru della Sampdoria e Matteo Mancosu, che nel 2016 ha lasciato il Carpi per accasarsi al Montreal Impact, in Canada. In Serie B gioca suo fratello Marco Mancosu (Lecce), condividendo la categoria con un altro giocatore sardo come Dario Del Fabro (Cremonese).

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.