Cronogramma riaperture, ecco cosa si può fare

A partire da oggi, tutte le riaperture e le nuove regole di prevenzione del contagio in vigore in Italia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:05

Nuove aperture e nuove regole per le zone colorate nell’emergenza sanitaria nazionale,all’insegna di un progressivo ritorno alla normalità.

Su proposta della cabina di regia, il Cdm presieduto dal premier Mario Draghi ha dunque aggiornato con un nuovo Dl le misure in vigore per il contenimento della pandemia da Covid in Italia. Ecco allora il nuovo cronoprogramma per le riaperture delle attività e le nuove, attese regole riguardanti il coprifuoco.  Ecco lo schema con le date più significative, un calendario giorno per giorno per districarsi tra un semaforo verde e l’altro.

Il calendario delle riaperture

19 maggio
Entra in vigore il nuovo orario del coprifuoco: passa dalle 22 alle 23.

22 maggio
Nel weekend del 22-23 maggio riaprono i centri commerciali. Riaprono anche mercati, gallerie e parchi commerciali. Sabato 22 maggio riaprono anche gli impianti di risalita nelle località di montagna, chiusi dalla scorsa estate.

24 maggio
Attesa riapertura delle palestre per gli amanti del fitness. La data, inizialmente prevista per il 1 Giugno, è stata anticipata.

1 giugno

Apertura ristoranti al chiuso fino alle 18.

7 Giugno

Coprifuoco spostato alle ore 24.

15 Giugno

Ripartenza del settore wedding, uno tra i più colpiti dalla crisi innescata dal Covid. Le feste, comprese quelle dopo cerimonie civili e religiose, potranno svolgersi anche al chiuso. Agli ospiti sarà richiesto il pass e il Cts avvierà ulteriori approfondimenti sul numero massimo degli invitati.

Riapertura anticipata per parchi tematici e lunapark (no discoteche).

21 Giugno

Abolizione del coprifuoco

1 luglio

Riaprono sale giochi, bingo, corsi di formazione in presenza, centri sociali e culturali

In zona bianca il coprifuoco non è previsto.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.