Coronavirus: ad Erba ci si prepara al parto via Skype

"Nell'impossibilità di raggruppare le donne in una stanza, abbiamo fatto partire il Corso via Skype", spiegano le ostetriche dell'ospedale Sacra Famiglia Fatebenefratelli, in provincia di Como

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:37
Corso pre parto on line

Il coronavirus fa paura, soprattutto nelle Regioni maggiormente colpite come la Lombardia, dove i casi di positività sono tantissimi: secondo i dati della Protezione Civile, i casi totali regionali sono 28.761; 3.766 fino a ieri i decessi. Le persone si sentono sole, spesso sono impaurite; sentimenti acuiti dall’età avanzata o dalla gravidanza, momenti molto delicati nella vita di una persona. Per venire incontro alle gestanti, chiuse come tutti in quarantena, le ostetriche dell’ospedale Sacra Famiglia Fatebenefratelli di Erba – comune della provincia di Como in Lombardia – hanno divulgato una lettera e avviato un’iniziativa interessante.

Skype

“Stiamo vivendo un periodo per alcuni versi surreale, in cui si fa fatica a capire quale sia la normalità; le cose che davamo per scontate, oggi sono diventate preziose – inizia la lettera delle ostetriche – si riscopre il valore dello stare insieme, della condivisione e degli abbracci”.”Le gestanti si sentono isolate e spaventate – denunciano -. La felicità di generare una nuova vita, segno di speranza in questo momento buio, non può essere esplicitata come merita”. Da qui, l’iniziativa pratica: le ostetriche hanno deciso di proseguire gli incontri del “Corso di Accompagnamento alla Nascita” utilizzando internet: “Per dar loro modo di avere un confronto con le altre donne nello stesso stato, facendo emergere le paure comuni, le ansie, i dubbi, e nell’impossibilità di raggruppare le donne in una stanza, abbiamo fatto partire il Corso via Skype“. L’iniziativa – scrive Agi – è stata accolta con entusiasmo e molte gestanti – alle quali è stato comunicato l’indirizzo Skype a cui collegarsi, la data e l’ora – si sono iscritte. Perché insieme si è più forti, anche in tempi di coronavirus.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.