Non solo Biden, alla Casa Bianca arrivano anche Major e Champ

Ecco chi sono i due protagonisti della nuova favola americana: dalla strada alla presidenza Usa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:36
I pastori tedeschi della famiglia Biden: Major e Champ

Con l’insediamento di Joe Biden alla Casa Bianca, arrivano anche Major e Champ, ossia i due pastori tedeschi del nuovo presidente americano. Uno dei due, Major, è stato adottato nel 2018.

I due cani hanno atteso qualche giorno prima di fare il loro ingresso a 1600 Pennsylvania Avenue: Joe e Jill Biden hanno infatti preferito insediarsi da soli nella residenza presidenziale e sistemarsi prima di accogliere i due cani che, secondo le prime foto diffuse, appaiono a loro agio nella nuova casa.

“La First Family voleva sistemarsi prima di portare i cani a Washington dal Delaware. Champ si sta già godendo la sua nuova cuccia accanto al caminetto, mentre Major adora correre sul prato verde sul South Lawn” ha detto alla Cnn Michael La Rosa, portavoce della first Lady. E così, dopo quattro anni di assenza, i giardini della Casa Bianca tornano a ospitare i ‘First Dog’.

Mentre Champ è già abituato alle circostanze presidenziali, era con Biden già nel 2008 quando era vicepresidente di Obama. Poi, tre anni fa è arrivato Major, un cucciolo di pastore tedesco che aveva vissuto i primi mesi in circostanze piuttosto difficili: parte di una cucciolata esposta a tossine chimiche, Major entra ora nella storia: è il primo cane di un canile a vivere nella Casa Bianca.

All’inizio di questo mese, la Delaware Humane Association, il canile da dove è stato adottato, e la Pumpkin Pet Insurance hanno ospitato una celebrazione virtuale – un “Indoguration Party” per festeggiare il nuovo “ruolo” di Major e sensibilizzare la gente alle adozioni dei cani dai rifugi. 

Il sogno americano riguarda proprio tutti, compresi gli animali domestici che, come in questo caso, possono ritrovarsi da un canile alla residenza del Presidente degli Stati Uniti. 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.