App per sintonizzarsi con l’ambiente

La sostenibilità ambientale passa anche attraverso i nostri smartphone.

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:15

Per aiutarci a vivere, riducendo l’impatto sull’ambiente, viene in nostro soccorso la tecnologia con App zero waste. Queste applicazioni anti-spreco, pro-riciclo, riduci-emissioni ci aiutano nella gestione delle attività quotidiane abbattendo i costi o adottando accorgimenti ecologici, salutari sia per l’ambiente che per l’uomo, per un consumo consapevole.

Too Good to Go: combatte lo spreco alimentare

Secondo la Fao e Coldiretti, ogni anno nel mondo vanno a finire nella spazzatura 1,3 miliardi di tonnellate di cibo. L’Italia è al 13° posto in Europa per quantità di cibo sprecato, in base ai dati forniti dal Food Sustainability Index. Ogni abitante arriva a sprecare circa 145 kg di cibo all’anno.
Nel 2015 è nata in Danimarca “Too Good To Go” l’app antispreco, attiva in Italia da marzo 2019, con l’obiettivo di salvare il cibo, sensibilizzare la società sulle problematiche inerenti allo spreco alimentare e preservare l’ambiente.
“Un terzo del cibo prodotto al mondo non viene consumato e viene gettato via: siamo qui per porre fine agli sprechi” recita il claim dell’app. Questa permette, infatti, ai commercianti e ai ristoratori di mettere in vendita, a un terzo del loro prezzo, i prodotti rimasti invenduti a fine giornata e che non possono essere rimessi in vendita il giorno successivo, e ai consumatori di risparmiare soldi. Tutto è molto semplice, basta scaricare l’app e geolocalizzarsi per scoprire i ristoranti o i negozi e acquistare la “Magic Box”, una scatola contenente una selezione a sorpresa di prodotti invenduti.

UBO, Una Buona Occasione

Un’altra app anti-spreco alimentare, ma davvero diversa perché “agisce nella fase iniziale” per cercare di evitare sprechi, fornendo consigli sulla conservazione degli alimenti. Non conoscere le regole della corretta conservazione del cibo può, infatti, generare confusione e incertezza che finiscono per farci dubitare sul fatto che gli alimenti che abbiamo acquistato siano ancora “buoni”. In UBO si trovano per 500 alimenti: consigli e suggerimenti su come fare la lista della spesa, su come, dove e per quanto tempo conservarli, sugli apporti nutrizionali, sul riutilizzo degli avanzi e degli scarti, sulla stagionalità della frutta e della verdura. Inoltre, c’è anche la sezione “Memo Scadenze” che aiuta a ricordare quale sia il cibo da consumare prima. Basta inserire la spesa che abbiamo fatto, con le relative date di scadenza, e si può sempre avere sotto controllo cosa mangiare.

Il Rifiutologo

Sviluppata dal Gruppo Hera, questa green app semplifica la raccolta differenziata ed è un vero e proprio prontuario per sciogliere ogni dubbio. Dove si buttano le posate di plastica? Come dividere correttamente l’immondizia? A chi inoltrare la segnalazione di cassonetti rotti o rifiuti abbandonati? Consultandola si ottengono risposte a tutte queste domande, si possono localizzare i punti di raccolta e le isole ecologiche più vicine, si può conoscere il calendario della raccolta “porta a porta” e reperire informazioni sui prodotti da smaltire anche attraverso la lettura del codice a barre.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.