Anche il Messico festeggia la Repubblica Italiana

In programma una serie di eventi legati all'architettura, alla scienza e a Dante promossi dall'Ambasciata Italiana a Città del Messico

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:15

In occasione del 75/o anniversario della Repubblica italiana, nell’impossibilità di organizzare il tradizionale ricevimento per la contingenza sanitaria, l’ambasciata d’Italia in Messico ha realizzato un palinsesto di eventi virtuali.

Si tratta dell’inaugurazione in diretta dell’esposizione ‘Roma æterna o la construcción de un mito’, ideata dalla Facoltà di Architettura Roma Tre in collaborazione con l’ambasciata e l’Istituto nazionale di Antropologia e Storia del Messico; dell’anteprima della mostra fotografica del museo Città della Scienza ‘Materica: la scienza come (non) te la immagini’, ospitata dall’Istituto di cultura. Infine della terza ‘Lecturae Dantis‘ della Cattedra Italo Calvino dell’Università Unam della capitale messicana, per celebrare i 700 anni dalla morte del Sommo Poeta.

L’ambasciatore Luigi De Chiara ha inoltre inviato un messaggio alla collettività, e inaugurato un ciclo di trasmissioni riguardanti l’Italia sulla televisione nazionale Octava TV. Il programma, disponibile con i relativi link sul sito istituzionale dell’ambasciata, è completato dal video ‘Ripartiamo dal Futuro’, realizzato dal MAECI e dedicato alla ripartenza del nostro Paese.

Come sottolineato dall’ambasciatore De Chiara, “purtroppo la pandemia non ci consente di riunirci per festeggiare come vorremmo, ma con la sua rassegna virtuale l’ambasciata vuole comunque essere vicina alla collettività in un giorno così speciale. Guardiamo con ottimismo al futuro dell’Italia e a tutte le opportunità che il Messico riserva ai nostri connazionali e alle nostre imprese”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.