MERCOLEDÌ 13 MAGGIO 2015, 004:30, IN TERRIS

A RAMALLAH LA MOSTRA “CENTO GIORNI DI SOLITUDINE”

Esposte le foto della giovane artista di Gaza Nidaa Badwan

AUTORE OSPITE
A RAMALLAH LA MOSTRA “CENTO GIORNI DI SOLITUDINE”
A RAMALLAH LA MOSTRA “CENTO GIORNI DI SOLITUDINE”
La mostra “Cento giorni di Solitudone”, che prende spunto dal romanzo capolavoro di Marquez, sta proponendo al pubblico della città di Ramallah le immagini della giovane fotografa Nidaa Badwan, l'artista palestinese che, dopo un anno di isolamento nella sua stanza da letto a Deir Al-Balah, nel sud della striscia di Gaza, ha ricostruito vivide e coloratissime scene di vita quotidiana, che risultano in netto contrasto con la realtà grigia vissuta dalla popolazione di Gaza durante l’ultimo conflitto con lo stato israeliano della scorsa estate.

Il poeta fondatore del Romanticismo William Wordsworth affermava che, per creara un’opera d’arte è necessario “rivivere le emozioni in tranquillità”; e sembra proprio che la Badwan si sia ispirata a questo. Attraverso la fotografia è riuscita a ricreare il suo mondo personale, un mondo dove non ci sono guerre, insidie o tragedie. “Credo che ogni cosa, anche la più semplice delle cose possa essere riformulata in maniera artistica. L'arte è la forza creatrice che ci permette di rimodellare ciò che è normale e riformularlo in maniera che diventi anormale”. Le foto, più simili a pitture, in un tripudio di colori, chiaroscuri e giochi di luce definiscono lo stile della giovane fotografa.

Nel mondo della giovane fotografa di Gaza, attività normalissime, come bere un caffè o sbucciare le cipolle, diventano momenti di intimità e solitudine ai quali lo spettatore è invitato a prenderne parte. Badwan riesce a trasformare le banali attività quotidiane in momenti unici, dove non conta più lo scorrere del tempo e le brutali tragedie del mondo esterno. L'isolamento autoimposto della fotografa palestinese non è solo il risultato delle violenze che costantemente coinvolgono la Striscia, ma anche dal clima austero imposto dalla fazione islamica di Hamas che domina nel territorio di Gaza. “L'arte è l'unico mezzo – ha dichiarato la Badwan – che mi permette di essere libera dalla mia comunità e trovare uno spazio per la mia espressione”.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
L'esultanza del Milan al termine del match contro il Bologna
CALCIO | SERIE A

Frenano Roma e Napoli, sorride il Milan

Giallorossi e partenopei fermati sullo 0-0 da Chievo e Fiorentina. Primo successo per Gattuso, ok Udinese e Sassuolo
Monsignor Antonio Riboldi
NAPOLI

Addio a monsignor Riboldi, protagonista della lotta alla camorra

Il vescovo emerito di Acerra (Napoli) si è spento all'età di 94 anni
Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella
MATTARELLA

"Il rispetto dei diritti umani è il pilastro di una società giusta"

Il messaggio del presidente della Repubblica in occasione della Giornata mondiale per i diritti umani
Il Duomo di Milano
CONCERTO DI NATALE

Arie sacre in Duomo di Milano

In scaletta le più belle "Ave Maria" del reportorio classico
Spelacchio
NATALE A ROMA

"Spelacchio", l'albero più sbeffeggiato sui social

L'abete di Piazza Venezia è considerato uno dei peggiori che Roma Capitale abbia mai avuto
La Stazione spaziale internazionale
MICRORGANISMI IN ORBITA

Trovati batteri terrestri all'interno della Stazione Spaziale

Sono stati portati in orbita dagli astronauti