LUNEDÌ 11 MAGGIO 2015, 16:50, IN TERRIS

MAROCCO, AL VIA I PREPARATIVI PER IL FESTIVAL DI TAN TAN

Si tratta della più importante occasione di incontro tra nomadi e si terrà dal 23 al 27 maggio

REDAZIONE
MAROCCO, AL VIA I PREPARATIVI PER IL FESTIVAL DI TAN TAN
MAROCCO, AL VIA I PREPARATIVI PER IL FESTIVAL DI TAN TAN
Dal 23 al 27 maggio un appuntamento da non perdere: al via l’undicesima edizione del Festival di Tan Tan, nel sud del Marocco. Focus della manifestazione è la diffusione della cultura delle popolazioni nomade e, mostrando la vita quotidiana delle tribù in continuo movimento, ne esalta i valori della tolleranza e dell'amicizia. A Tan Tan sono attese migliaia di persone, assieme ai rappresentati delle 35 tribù nomadi del paese e di quelle africane. Questa edizione del “Moussem”, che sono allo stesso tempo feste religiose e fiere commerciali, rappresentano soprattutto l’occasione di riunirsi e condividere la propria identità culturale. L'organizzazione dell'evento è affidata alla fondazione di Alouggar.

Il festival riscuote un gran successo non solo tra i nomadi, ma è frequentato anche da turisti, attratti dall’artigianato, dai costumi e dalle tradizioni di quanti vivono ai bordi del Sahara e che in occasione di questo appuntamento si ritrovano insieme. Il Moussem, che nasce dall'antica abitudine dei nomadi di incontrarsi nel mese di maggio per una fiera di scambio economico e culturale e per celebrare matrimoni, è in primo luogo una festa religiosa per celebrare un santo, un uomo di fede che ha segnato l'epoca contemporanea. Nel Moussem di Tan-Tan il mercato dei dromedari fa parte del patrimonio immateriale dell’umanità dell’Unesco dal 2005.

Per il viaggiatore è l’occasione ideale per acquistare creme, incensi e saponi profumati. La manifestazione ha assunto oggi una dimensione istituzionale, per valorizzare il patrimonio culturale delle popolazioni nomadi, all'interno dello sviluppo socio-economico del Marocco. Con lo sviluppo della tecnologia la vita delle tribù nomadi è profondamente cambiata, tanto da spingere alcuni di loro a traferirsi in città, divenendo sedentari. Questi cambiamenti hanno contribuito nel tempo a far perdere molti degli aspetti più tradizionali della cultura delle popolazioni africane.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Serie A, 17ma giornata
CALCIO | SERIE A

L'Inter cade con l'Udinese, Napoli solo in vetta

Gli azzurri vincono 3-1 in trasferta. I nerazzurri cadono a San Siro, primo ko di Spalletti
Il Papa incontra Acr
AZIONE CATTOLICA RAGAZZI

Il Papa: "Fissate l'obiettivo sulle periferie"

Udienza del Pontefice ad Acr: "Siate buoni fotografi della realtà che vi circonda"
Il cardinale Camillo Ruini
BIOTESTAMENTO

Card. Ruini: “Così si apre all’eutanasia”

Il porporato intervistato su Repubblica
I coniugi Sherman
TORONTO

Trovato morto il "re" del farmaco generico

Le condoglianze del premier Trudeau
Paolo Gentiloni e Maria Elena Boschi in una foto d'archivio
BRUXELLES

Gentiloni difende il ministro Boschi

Il premier: "Ha chiarito, sarà candidata Pd"
Rahul Gandhi
INDIA

Rahul Gandhi è il leader del Partito del Congresso

Nipote di Indira, succede alla madre, l'italo-indiana Sonia