GIOVEDÌ 14 MAGGIO 2015, 13:03, IN TERRIS

LA GRECIA SCEGLIE LA DIPLOMAZIA PER RIAVERE I MARMI DEL PARTENONE

Il grande gruppo scultoreo, portato in Inghilterra da Lord Elgin nel 1803, è esposto da quasi 2 secoli al British Museum di Londra

MILENA CASTIGLI
LA GRECIA SCEGLIE LA DIPLOMAZIA PER RIAVERE I MARMI DEL PARTENONE
LA GRECIA SCEGLIE LA DIPLOMAZIA PER RIAVERE I MARMI DEL PARTENONE
La Grecia abbandona l’ipotesi di avviare azioni giudiziarie contro il Regno Unito e sceglie – a sorpresa - la diplomazia per recuperare i marmi del Partenone. I “frontoni della discordia” sono due complessi scultorei che decoravano il tempio di Atena Partenos nell'Acropoli di Atene, considerati i capolavori di Fidia e della scultura greca classica in generale. Le sculture frammentarie si trovano oggi nel British Museum di Londra grazie a Lord Thomas Elgin, Pari di Scozia, che nel 1803 pagò il Sultano di Costantinopoli – la Grecia era sotto il dominio ottomano - e trasportò i marmi in Inghilterra.

Il nuovo ministro greco della Cultura, Nikos Xydakis, ha annunciato la sorprendente decisione durante un’intervista alla televisione Mega spiegando che la strada per recuperare le sculture è “Diplomatica e politica e non passa attraverso i tribunali internazionali, dove i risultati sono lontani dall’essere garantiti”. L’avvocata Amal Clooney e altri legali di Londra – incaricati dal governo precedente a quello di Alexis Tsipras di occuparsi del caso – avevano presentato a Xydakis due giorni fa una relazione di 150 pagine e avevano consigliato di fare una richiesta formale al Regno Unito per il rimpatrio dei marmi. Se questa fosse stata respinta, avevano proposto di presentare ricorso alla Corte internazionale dell’Aja e, nel caso di un ulteriore rifiuto, di portare il tutto davanti alla Corte europea dei diritti dell’uomo.

La Grecia sta tentando il rimpatrio delle opere dal 1983, su iniziativa del precedente ministro della Cultura greco, Melina Merkouri poiché ha sempre ritenuto l’azione di Lord Elgin un furto. Da parte sua, il British Museum si è sempre difeso asserendo di aver acquistato regolarmente i gruppi scultorei dallo stesso Elgin. Nel Regno Unito, secondo un recente sondaggio condotto dall’istituto YouGov per il Times, quasi la metà degli intervistati (49 per cento) ritiene che questi marmi debbano essere restituiti alla Grecia, mentre il 24 per cento dice di essere indeciso.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
INDONESIA

Sisma di 6.5 a Giava: morti e crolli

L'epicentro a 92 km dalla superficie: panico e gente in strada. Non è ancora chiara l'entità dei danni
No Tav da Eataly - © Il Giornale
MILANO

Assalto No Tav contro Eataly

50 attivisti spintonano i camerieri e urlano: "Studiare e lavorare è un ricatto"
La Suprema Corte australiana
AUSTRALIA

Rapporto sulla pedofilia, "una tragedia nazionale"

Presentate 409 raccomandazioni tra cui quella di rivedere il segreto della confessione e il celibato dei preti
Joe Biden
AUDIZIONI AL COPASIR

"Nessuna ingerenza russa": 007 italiani smentiscono Biden

L'ex vicepresidente Usa parlava di interferenze nella campagna per il referendum costituzionale
Assemblea regionale siciliana
PRESIDENZIALI ARS

Deficit di un voto, Micciché sfiora la nomina

Doppia fumata nera: rinviata a domani l'elezione del presidente dell'Assemblea siciliana
Calcio, Italia vs Spagna
MONDIALI RUSSIA 2018

Fuori la Spagna, dentro l'Italia

Per la Fifa le ingerenze del governo spagnolo possono essere sanzionate con l'esclusione della Roja dalla fase finale del...
Shopping natalizio per le vie di Milano
NATALE | COLDIRETTI

Il 39% degli italiani spenderà la tredicesima in regali

Ogni famiglia spenderà in media 528 euro tra cibo, viaggi e divertimento
Turista al Colosseo
MIBACT

Al via Passeggiate Fotografiche Romane

Dal 15 al 17 dicembre lungo 5 percorsi capitolini