VENERDÌ 10 APRILE 2015, 004:30, IN TERRIS

IN SCENA ALLA SCALA GISELLE, IL SIMBOLO DEL BALLETTO CLASSICO E ROMANTICO

Dopo la grande acclamazione internazionale la Compagnia scaligera è ora a Milano

AUTORE OSPITE
IN SCENA ALLA SCALA GISELLE, IL SIMBOLO DEL BALLETTO CLASSICO E ROMANTICO
IN SCENA ALLA SCALA GISELLE, IL SIMBOLO DEL BALLETTO CLASSICO E ROMANTICO
Dopo il grande successo a Parigi è tornato alla Scala di Milano “Giselle”, che sarà in scena fino al 17 aprile. Il balletto romantico per eccellenza continua ad attrarre il pubblico sia italiano che internazionale: non è un caso che il Corpo di Ballo scaligero abbia ottenuto grandi riscontri anche nel corso delle tournèe in Oman, Brasile, Hong Kong, e che sia stato salutato con entusiasmo dal pubblico francese e ottime recensioni per i solisti e per tutta la compagnia, a tredici anni dalla precedente trasferta.

I dodici spettacoli previsti ad aprile vedranno e hanno visto importanti ritorni e altrettante novità: ad aprire le recite sono stati gli amatissimi Svetlana Zakharova e Roberto Bolle, in scena anche il 4,7 e 9. Un’inedita coppia per la Scala invece il 10 e l’11, con Natalia Osipova, che mai aveva interpretato qui Giselle, che ha come parnter Sergei Poulonin, già principal del Royal Ballet e attualmente del teatro Stanislavskij-Nemirovic-Dancenko di Mosca e del Teatro d’Opera e Balletto di Novosibirsk. I debutti proseguono anche nelle sere del 12 e 16 aprile: prima scaligera per Maria Eichwald, applaudita pochi mesi fa nello Schiaccianoci, che avrà accanto Claudio Coviello. Nel ruolo di Myrtha saranno Nicoletta Manni, Virna Toppi, Alessandra Vassallo e in debutto Antonina Chapkina. Il guardiacaccia Hilarion è impersonato da Mick Zeni, Alessandro Grillo, Marco Agostino, Massimo Garon e Christian Fagetti.

Considerato come il simbolo del balletto classico e romantico Giselle nacque dall'idea di Théophile Gautier, un romanziere francese, e venne poi musicato, non appena il libretto fu finito, da Adolphe-Charles Adam, uno tra i più celebri compositori di musiche per balletto. La coreografia fu affidata a Jean Coralli, anche se i passi dei primi ballerini erano stati curati da Jules Perrot. Il balletto si compone in due atti: il primo riguarda la vicenda di Giselle che culmina nella sua morte; il secondo atto invece riguarda la leggenda delle Villi, spiriti della tradizione slava, e l'amore di Giselle per Albrecht che culmina nella volontà di salvargli la vita, anche se questo è stato la principale causa della sua morte.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Esempi di colture in una 'serra marziana' (fonte: Enea)
HORTEXTREME

Il primo "orto marziano" è Made in Italy

Ben 4 le prime verdure consegnate al Forum spaziale austriaco
 Rebecca Dykes, la vittima
LIBANO

Giallo sulla morte di una diplomatica britannica

Il cadavere della donna è stato rinvenuto lungo un'autostrada. E' stata strangolata
Igor il
SPAGNA

La confessione di Igor il "russo"

Ammessi i fatti contestati: usate 18 identità. Il killer ha accettato l'estradizione in Italia
Il luogo dell'esplosione
MOLOTOV CONTRO LA POLIZIA

S'indaga anche negli ambienti ultras

Il commissariato Prati gestisce il servizio d'ordine durante le partite all'Olimpico
Mattarella e il Papa
BUON COMPLEANNO FRANCESCO

Mattarella: "Auguri da tutti gli italiani"

Il Capo dello Stato: "Ha posto l'attenzione su persona e famiglia". Lo Judice: "Esempio per i giovani"
La locandina del film
STAR WARS

Il lato Chiaro e quello Oscuro de "Gli Ultimi Jedi"

Scelte coraggiose e azzardi, poesia ed errori pericolosi. Cosa pensiamo di Episodio VIII (SPOILER)