MERCOLEDÌ 13 MAGGIO 2015, 13:28, IN TERRIS

"AUGUSTO E LA CAMPANIA", A NAPOLI IL CONVEGNO A 2000 ANNI DALLA MORTE DELL'IMPERATORE

Il convegno sarà anche un momento di aggiornamento delle conoscenze sui rinnovi urbanistici e iconografici attuati da Augusto in tutto il bacino del Mediterraneo

AUTORE OSPITE
"AUGUSTO E LA CAMPANIA", A NAPOLI IL CONVEGNO A 2000 ANNI DALLA MORTE DELL'IMPERATORE
“Augusto e la Campania” è il nome del convegno che si terrà giovedì e venerdì a Napoli, organizzato a chiusura delle celebrazioni per i 2000 anni della morte dell’imperatore avvenuta proprio nel capoluogo campano nel 14 d.C. L’evento raccoglierà studiosi da altre istituzioni di ricerca italiane ed europee, come Francia, Germania e Spagna. “Quando Augusto, ormai vecchio, decise di ritirarsi in Campania, al suo arrivo a Pozzuoli venne salutato da una nave di mercanti alessandrini, grati a lui per aver riportato la pace e fatto ripartire i commerci nel Mediterraneo”. Con queste parole Carmela Capaldi, docente di archeologia greca e romana all'Università Federico II di Napoli, ricorda l'episodio narrato da Petronio per spiegare il peso determinante che ebbe Augusto nel donare un lungo periodo di pace e prosperità in tutto il bacino del Mediterraneo, detta Pax Augustea.

Il convegno sarà anche un momento di aggiornamento delle conoscenze sui rinnovi urbanistici e iconografici attuati da Augusto in tutto il bacino del Mediterraneo, un mare cosmopolita e multiculturale che all’epoca era dominato da Roma, ma dove ogni popolo poteva conservare le proprie identità culturale. Diverse aree tematiche guideranno la due giorni napoletana, ponendo il focus sulla figura di Augusto nel sua aspetto umano e divino, il quadro economico e sociale dell’impero, l’otium del princeps in Campani, la definizione di un nuovo linguaggio figurativo e le trasformazioni dei luoghi e degli spazi. Si tenterà così di gettare nuova luce sulle dinamiche di formazione di quel nuovo sistema politico che Augusto definiva, in un editto, come “optimus status”.

Particolare rilievo sarà dato alle nuove scoperte archeologiche di un gruppo di professori spagnoli. A tal proposito, il professor Beltran spiega che “Nel periodo di Augusto si verificano importanti cambiamenti nelle comunità ispaniche del sud della Penisola, ma anche nella riforma amministrativa. Negli ultimi anni, l'archeologia in Andalusia ha messo in evidenza il rapporto delle aree urbane augustee locali contaminate da modelli romano-italici; cambiano l'architettura, la scultura, e l'epigrafia”. Dalla Spagna arriveranno, inoltre, i contributi di numerosi altri docenti universitari spagnoli, come Pilar León dell'Università di Siviglia e Carlos Marquez docente presso l’Università di Cordoba.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
INDONESIA

Sisma di 6.5 a Giava: morti e crolli

L'epicentro a 92 km dalla superficie: panico e gente in strada. Non è ancora chiara l'entità dei danni
No Tav da Eataly - © Il Giornale
MILANO

Assalto No Tav contro Eataly

50 attivisti spintonano i camerieri e urlano: "Studiare e lavorare è un ricatto"
Brexit (repertorio)
BREXIT

Ok del Consiglio alla "fase due"

May: "Passo importante". I leader Ue: "Ora inizia il difficile"
La Suprema Corte australiana
AUSTRALIA

Rapporto sulla pedofilia, "una tragedia nazionale"

Presentate 409 raccomandazioni tra cui quella di rivedere il segreto della confessione e il celibato dei preti
Joe Biden
AUDIZIONI AL COPASIR

"Nessuna ingerenza russa": 007 italiani smentiscono Biden

L'ex vicepresidente Usa parlava di interferenze nella campagna per il referendum costituzionale
Assemblea regionale siciliana
PRESIDENZIALI ARS

Deficit di un voto, Micciché sfiora la nomina

Doppia fumata nera: rinviata a domani l'elezione del presidente dell'Assemblea siciliana