SABATO 15 GIUGNO 2019, 05:05, IN TERRIS

IL LIBRO

Ecco come l'Italia può risorgere

Un'ode alla nostra civiltà autentica in "Italia profonda" (Gog edizioni) di Arminio e Ferretti

FEDERICO CENCI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Italia profonda (Gog edizioni, 2019), di Franco Arminio e Giovanni Lindo Ferretti
Italia profonda (Gog edizioni, 2019), di Franco Arminio e Giovanni Lindo Ferretti
S

e c’è una strada che porterà l’Italia fuori dalla palude che ristagna ai margini del mondo globale, non è l’imitazione di modelli allogeni, ma la riscoperta dell’essenza autentica della nostra terra. Il Belpaese non si rilancerà salendo su boschi verticali, piuttosto lungo la dorsale appenninica, dove sono incastonati luoghi che parlano del genio italico. Costruiti pietra su pietra da mani forti e sapienti, quei paesi che oggi sembrano destinati ad avvizzire tra la gramigna, sono il simbolo del riscatto tricolore da opporre alla tirannia del mercato che schiaccia confini e identità. L’uscita dalla crisi è laddove i giovani italiani, anziché dissolversi nel calderone di una “city”, sceglieranno di ripopolare un mondo antico. E laddove il ventre delle giovani italiane tornerà a novello vigore, sfornando figli piuttosto che muoversi al ritmo frenetico di qualche musica elettronica. Utopia? Forse. Sicuramente è anche poesia. Quella che trasuda tra le pagine di “Italia profonda” (edito da Gog, casa nata in un giovane, vivace ed anticonformista laboratorio culturale), un libricino che raccoglie pensieri agresti di Franco Arminio e Giovanni Lindo Ferretti. Il primo, che si definisce “paesologo”, è scrittore di lodi nei confronti della civiltà contadina della sua Irpinia. Il secondo, che ama definirsi cantore/scrivano, storico cantante del gruppo punk-rock Cccp, dall’Appennino emiliano è partito tanti anni fa per intraprendere un viaggio di andata e ritorno verso l’illusione dell’ideologia marxista applicata agli anni della contestazione prima e del disimpegno dopo.


La speranza

La storia di questi due uomini non più di primo pelo, testimonia che si può anche partire, si possono far proprie competenze e soprattutto esperienze di vita, ma nulla come il ritorno dà compimento al proprio anelito più profondo. Consumare può darci un effimero compiacimento, conservare è l’atto che colloca le nostre azioni nell’eterno fluire della Tradizione. Come scrive Ferretti, “chi dimentica il proprio passato si ritrova occasionalmente intruso nel racconto di altri”. Siamo in un’epoca in cui la confusione sembra prevalere, ecco allora un monito di Arminio da tenere nel cuore: “Ama la tua città, ama il tuo paese, questo è il primo comandamento nella civiltà della geografia in cui ogni cosa va sistemata con cura nel suo spazio”. Ed ancora, lo scrittore irpino ricorda: “Credere che ovunque è possibile una grande vita, ma se la fai nel tuo paese non stai facendo solo la tua vita, stai tenendo in vita anche gli altri, anche se non lo sanno”. Ma la loro non è solo ode e poesia, è anche denuncia, verso l’interesse politico riservato esclusivamente ai "riconoscimenti Unesco" di certi luoghi e verso un ambientalismo radicale che penalizza la presenza umana. Il futuro dell’entroterra italiano è dunque la cannibalizzazione turistica? Nell’animo dei due autori sorge un bagliore di speranza. “Poco alla volta - riflette Arminio - si accenderanno focolai di senso, azioni politiche e poetiche”. Sarà una sorta di giustizia divina ad impedire l’omologazione a vantaggio del ritorno al passato. “Però io sono profondamente convinto che il succedere delle cose sulla terra non dipenda così tanto, certo non solo, dalla volontà degli uomini che è parte indispensabile e quasi sempre poco lungimirante ma non è tutto...”. Il tutto è altrove, lo riscopriamo - riflette Ferretti - qui dove “la Creazione mantiene una forma/forza naturale che la società nella sua evoluzione, prima industriale ora metropolitana, è in grado di contenere e con la massificazione delle esistenze può offuscare e vanificare. Qui riluce di bellezza”.

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Sergio Mattarella a Palazzo Marino con il sindaco di Milano, Beppe Sala
L'ANNIVERSARIO

Piazza Fontana, Mattarella: "Uno strappo lacerante"

Milano ricorda la strage del 1969. Il Capo dello Stato incontra le vedove Pinelli e Calabresi: "Attività depistatoria...
CARITAS

Ristorante Solidale per Natale: ecco il "Piatto Sospeso"

I cibi saranno raddoppiati da Just Eat e donati a comunità e case famiglia bisognose
IL PUNTO POLITICO

Quel che resta dopo il Mes

La maggioranza tiene e approva la risoluzione sul Fondo salva Stati, ma nel M5S votano contro in quattro parlamentari
Il sindaco di Scalea Gennaro Licursi
COSENZA

Si assenta dal posto di lavoro: arrestato il sindaco di Scalea

Sospensi tre dipendenti dell'Asp accusati di essere complici del primo cittadino, Gennaro Licursi
Pastore con le greggi
UNESCO

La Transumanza è Patrimonio culturale immateriale dell’umanità

Bellanova: "Siamo fieri di questo riconoscimento per la tradizione rurale italiana"
Il crollo a Montelupo Fiorentino
FIRENZE

Crolla muro a Montelupo: evacuate 5 famiglie

Il Sindaco: "Ho temuto il peggio, zona altamente frequentata per la presenza di ristoranti"
Marta Cartabia

Buone notizie

Grandi soddisfazioni per la nomina di Marta Cartabia alla presidenza della Corte Costituzionale, per la forte ragione...
Il Banco dell'Agricoltura dopo l'esplosone

Piazza Fontana, una strage senza giustizia

Diciassette morti, uccisi dalla bomba piazzata al Banco dell'Agricoltura. Cinquant'anni dopo, un buco nella coscienza...

Il profitto ad ogni costo

In una barzelletta si racconta un processo per disastro edilizio per il quale vengono convocati in tribunale il...

Il Presepe violato

Di fronte all’escalation di profanazioni e strumentalizzazioni sacrileghe della fede, viene da chiedersi se in...
Giuseppe Conte in Senato
IL VOTO

Mes, il governo supera lo scoglio del Senato

Ok delle Camere alla risoluzione della maggioranza ma il M5s si spacca sui dissidenti
EMERGENZA STRESS

9 adulti su 10 a rischio burnout in ufficio

Affaticamento mentale in aumento. Migliora l'inserimento nel mondo del lavoro delle persone con disabilità