MERCOLEDÌ 01 LUGLIO 2015, 17:52, IN TERRIS

E' MORTO SERGIO SOLLIMA, IL "PADRE" DI SANDOKAN

Dalla penna dello sceneggiatore sono nati molti altri personaggi dello spaghetti western

AUTORE OSPITE
E' MORTO SERGIO SOLLIMA, IL
E' MORTO SERGIO SOLLIMA, IL "PADRE" DI SANDOKAN
Sergio Sollima, regista e sceneggiatore, è morto la notte scorsa a Roma. Era stato lui a metà degli anni anni settanta, lo sceneggiatore di Sandokan, interpretato da Kabir Bedi, un vero eroe che entrò con tutto il suo esotismo nelle case degli italiani, e, sempre dalla sua penna, tanti personaggi dello spaghetti western. Su tutti quello di Cuchillo, interpretato da Tomas Milian in La resa dei conti.

Un personaggio, quello di Cuchillo, che guardava alle lotte terzomondiste e soprattutto a Che Guevara, un uomo di coltello dall’animo ribelle e rivoluzionario che divenne un simbolo anche per i “compagni” di Lotta continua. Ma fu il successo commerciale di Sandokan, tra l’altro una mega-produzione per l’epoca, a consentire al regista di mettere mano ai costi de Il corsaro nero con un budget rilevante. Un film del 1976 con Angelo Infanti, Mel Ferrer, Tony Renis, Kabir Bedi, Carole André.

Sollima, morto stanotte a Roma all’età di 94 anni, aveva in realtà cominciato come critico cinematografico, dopo aver frequentato il Centro Sperimentale di Cinematografia. Nel dopoguerra aveva poi lavorato in teatro con Squarzina, Foà, Manfredi, Buazzelli e la Falk. Fu l’incontro con Sergio Leone e il produttore Grimaldi ad iniziarlo alla regia dei western grazie anche alla sua abilità di creare personaggi particolari. Di Tomas Milian diceva «è un grande attore, un po’ matto, anzi essendo cubano e latino lo definirei un po’ “loco”». Autore di western dal colore politico aveva fatto la trilogia, dal 1967-1968, ovvero “Faccia a faccia”, “La resa dei conti”, “Corri uomo corri”.

 L’ultimo suo lavoro ancora nel segno del personaggio inventato da Salgari. Ovvero “Il figlio di Sandokan”, miniserie televisiva del 1998 prodotta dalla Hiland e dalla Rai e interpretata da Kabir Bedi. Si trattava dal quarto capitolo dedicato al pirata malese, dopo “Sandokan”, “La tigre è ancora viva”, “Sandokan alla riscossa!” e “Il ritorno di Sandokan”, diretto invece da Enzo G. Castellari. La morte è stata annunciata dai figli Stefano (regista anche lui) e Samanta. La camera ardente sarà alla Casa del cinema venerdì 3 luglio dalle 10 alle 13
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
L'esultanza del Milan al termine del match contro il Bologna
CALCIO | SERIE A

Frenano Roma e Napoli, sorride il Milan

Giallorossi e partenopei fermati sullo 0-0 da Chievo e Fiorentina. Primo successo per Gattuso, ok Udinese e Sassuolo
Monsignor Antonio Riboldi
NAPOLI

Addio a monsignor Riboldi, protagonista della lotta alla camorra

Il vescovo emerito di Acerra (Napoli) si è spento all'età di 94 anni
Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella
MATTARELLA

"Il rispetto dei diritti umani è il pilastro di una società giusta"

Il messaggio del presidente della Repubblica in occasione della Giornata mondiale per i diritti umani
Il Duomo di Milano
CONCERTO DI NATALE

Arie sacre in Duomo di Milano

In scaletta le più belle "Ave Maria" del reportorio classico
Spelacchio
NATALE A ROMA

"Spelacchio", l'albero più sbeffeggiato sui social

L'abete di Piazza Venezia è considerato uno dei peggiori che Roma Capitale abbia mai avuto
La Stazione spaziale internazionale
MICRORGANISMI IN ORBITA

Trovati batteri terrestri all'interno della Stazione Spaziale

Sono stati portati in orbita dagli astronauti