LUNEDÌ 08 GIUGNO 2015, 005:45, IN TERRIS

ARTE, DALL'AFRICA AL GIAPPONE ALLA SIMON LEE GALLERY

Da oggi aprono i battenti “Five Decades: Sculpture and Works on Paper” e “African Masks After Walker Evans” della fotografa americana Sherrie Levine

MILENA CASTIGLI
ARTE, DALL'AFRICA AL GIAPPONE ALLA SIMON LEE GALLERY
ARTE, DALL'AFRICA AL GIAPPONE ALLA SIMON LEE GALLERY
Iniziano oggi a Londra due mostre dal sapore cosmopolita, di scena alla Simon Lee Gallery. Sono “Five Decades: sculpture and works on paper”, una collettiva che riunisce i lavori di quattro figure cruciali affiliate al fenomeno artistico giapponese post-bellico 'Mono-ha' (Scuola di cose), e “African Masks After Walker Evans” della fotografa concettuale statunitense Sherrie Levine.

In "Five Decades: Sculpture and Works on Paper" saranno riuniti i lavori di Koji Enokura, Noriyuki Haraguchi, Tatsuo Kawaguchi, Noboru Takayama. Le opere esposte coprono un periodo di cinque anni, ed esamineranno le tendenze artistiche dell’estetica giapponese postmoderna. Questi artisti, attivi nell’arcipelago nipponico già dagli anni '60 e i primi '70, lavorano con oggetti e materiali del quotidiano - come vetro, acciaio, ferro, legno ma anche pietra, corda e olio – per creare relazioni tra uomo e materia, persone e cose, tra industriale e naturale.

In "African Masks After Walker Evans", invece, la fotografa americana Levine, tra le figure principali della cosiddetta “arte di appropriazione” - che consiste nel prendere in prestito opere d'arte già note per crearne di nuove - riesamina una delle collezioni più importanti del fotografo Walker Evans, quella delle maschere africane. Attraverso la ripetizione, la duplicazione e la riedizione degli scatti di Evans, la Levine riesamina i problemi centrali e in corso della propria pratica artistica.

Lo spunto della statunitense nasce dalla collezione di oltre 400 fotografie di oggetti d'arte africana che furono scattate da Evans nel 1935 su commissione del Museum of Modern Art di New York che voleva documentare gli oggetti della grande mostra "African Negro Art". Le fotografie originali sono state poi usate per creare un portfolio di immagini che hanno viaggiato nei musei di tutto il Paese, svolgendo un ruolo chiave per una lettura occidentale e per la comprensione dell'arte africana. Delle tante foto del portfolio, la Levine ne ha selezionate 24 per rimarcare ancora una volta il sottile rapporto tra originale e copia e tra imitazione e innovazione
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
IMPRESA SFIORATA

Pordenone eroico: all'Inter servono i rigori

Nerazzurri bloccati sullo 0-0 ma ai quarti dopo i penalty. Gli ospiti di Serie C colpiscono anche un palo
Masiello esulta dopo il gol-vittoria
CALCIO | SERIE A

Genoa, Marassi stregato: l'Atalanta passa 1-2

Ilicic e Masiello ribaltano Bertolacci. Altro k.o. interno per il Grifone, il primo per Ballardini.
Corte costituzionale
LEGGE ELETTORALE

Rosatellum, la Corte costituzionale boccia i ricorsi

Palazzo della Consulta giudica "inammissibili i conflitti di attribuzione tra poteri dello Stato
L'esondazione dell'Enza a Lentigione (ph Reggionline)
MALTEMPO

Esonda la Parma, allagata la Reggia di Colorno

Trovato senza vita sotto una valanga l'ex sindaco di Vogogna
Il Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni
GENTILONI

"Il mancato accordo su Brexit è un pericolo per la Ue"

L'intervento del Premier al Senato in vista del prossimo Consiglio europeo di Bruxelles
Polizia di Stato
ASTI

Sequestrata e abusata per 24 ore: arrestati due tunisini

Polizia libera la donna trentenne. Indagato in concorso un terzo tunisino
La Reggia di Caserta
CROLLO NELLA SALA DELLE DAME

Reggia di Caserta: al via controlli intonaci e restauro soffitti

Il restauro del soffitto danneggiato dovrebbe essere ultimato entro al fine di gennaio 2018
Il Papa con alcuni migranti
CONVEGNO

Chiese unite contro la xenofobia

Da domani vertice ecumenico in Vaticano