DOMENICA 28 GIUGNO 2015, 004:01, IN TERRIS

USA: UCCISO UNO DEI DUE DETENUTI EVASI, ORA E' CACCIA PER L'ALTRO UOMO

L'uomo in fuga da giorni è stato colpito dagli agenti nei pressi del lago Titus

AUTORE OSPITE
USA: UCCISO UNO DEI DUE DETENUTI EVASI, ORA E' CACCIA PER L'ALTRO UOMO
USA: UCCISO UNO DEI DUE DETENUTI EVASI, ORA E' CACCIA PER L'ALTRO UOMO
Uno dei due uomini scappati negli Usa da un carcere di massima sicurezza americano e ricercato da tre settimane è stato ucciso nei pressi del lago Titus, non lontano dal confine canadese. Si tratta del 49enne Richard Matt, protagonista insieme al 35enne David Sweat di una clamorosa evasione dal carcere Clinton Correctional di Dannemora, nello Stato di New York. La polizia stava cercando i due uomini da settimane e in merito alla loro duplice evasione aveva arrestato due persone, la sarta del penitenziario 51enne Joyce Mitchell e la guardia carceraria Gene Palmer, entrambi accusati di averli aiutati a mettere in pratica il loro piano. “Era armato e ha rifiutato di consegnarsi”, hanno detto le autorità dando notizia della morte di Matt. La polizia è invece ancora a caccia del secondo evaso. Nella notte l'Abc ha parlato di una sparatoria, con Sweat ormai circondato. Ma il governatore di New York, Andrew Cuomo, ha detto che è ancora in fuga, anche se gli agenti sono sulle sue tracce.

Entrambi i detenuti condannati per omicidio – Secondo quanto riportano i media americani decine di mezzi della polizia stanno convergendo in un'area a sud di Malone, a una sessantina di chilometri dalla prigione da cui i due erano fuggiti. Il capo della polizia di New York, Charles Guess, aveva dichiarato nelle ultime ore che proprio a Malone erano stati trovati oggetti riconducibili, grazie all'esame del Dna, a uno dei due uomini. Richard Matt e David Sweat erano stati entrambi condannati per omicidio ed erano ritenuti pericolosi al punto tale che il governatore Cuomo aveva messo su di loro una taglia di 100mila dollari. I due erano riusciti a fuggire dal carcere di massima sicurezza facendo un buco nel muro della loro cella e, seguendo poi una serie di tunnel, avevano raggiunto l'esterno da un tombino.

 
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
La Bibbia su smartphone
GERMANIA

In un'App la nuova traduzione della Bibbia

La versione in tedesco della Sacra Scrittura è gratuita per iOs e Android
La missione Apollo 11
NASA

Sono online i dialoghi delle missioni Apollo

Le storiche frasi degli astronauti si possono riascoltare grazie ad un software ideato dai ricercatori texani
Esplosione in un impianto di stoccaggio di gas in Austria
AUSTRIA

Esplosione in un impianto di gas: 1 morto

Almeno 60 persone sono rimaste ferite
Medico in corsia (repertorio)
SCIOPERO DEI MEDICI

A rischio 40 mila interventi chirurgici

Incrociano le braccia in 134 mila. Lorenzin: "Sono al loro fianco"
La bandiera del Puerto Rico
I LEADER RELIGIOSI DEL PUERTO RICO

"Stop all'aumento delle tasse o la ripresa sarà impossibile"

Cattolici ed evangelici in una lettera al Congresso Usa: "Non siamo cittadini di serie b"
Catalani al voto (repertorio)
CATALOGNA

Sondaggi incerti: sul voto peserà il dato dell'affluenza

Si recherà alle urne l'82% dei cittadini e questo potrebbe spostare gli equilibri
Telefono in auto

Il rischio del telefono

Le norme draconiane annunciate per combattere l'uso del cellulare in auto, non si faranno perché la...
prostitute
PROSTITUZIONE

Cisl Campania contro la tratta

Una conferenza a Napoli per promuovere strumenti di contrasto al fenomeno