Usa, sparatoria al termine di un concerto in Connecticut: 2 morti e 2 feriti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:26

Ancora una sparatoria negli Stati Uniti: il teatro degli eventi, stavolta, è stato l’Oakdale Theatre di Wallingford, nella contea di New Have, in Connecticut, dove, al termine di un concerto tenuto dal rapper Robert Rihmeek Williams, meglio noto come Meek Mill, si è verificata un’aggressione con armi da fuoco nei confronti di 4 persone. Due di queste, stando a quanto finora riportato dai media locali, sono state uccise, mentre le altre sono rimaste ferite e, in seguito, ricoverate presso due diverse strutture ospedaliere. A fare fuoco, secondo le testimonianze, un unico individuo, il quale avrebbe concentrato il tiro sui quattro presumibilmente a seguito di una lite. Parte della scena è stata filmata da uno spettatore il quale, in quel momento, stava riprendendo il cantante che, nel frattempo, era appena salito in auto: nel filmato è possibile udire il rumore di almeno uno sparo appena dopo la frase pronunciata dal proprietario dello smartphone “look, there’s Meek!”.

Attimi di panico quelli seguiti all’esplosione dei colpi: nel filmato, specificano ancora i quotidiani statunitensi, si riesce a distinguere la voce di un agente che, avvicinandosi all’autore del video, invita i presenti a restare a terra finché, poco dopo, la folla inizia a disperdersi. Attualmente, la polizia è ancora alla ricerca dell’aggressore il quale, stando alle informazioni ottenute finora, avrebbe agito da solo. Non sono ancora chiare le circostanze dell’accaduto, anche se, come detto, sembra che l’aggressione sia scaturita a seguito di un litigio fra i cinque. Come riportato dal quotidiano “Record journal”, i primi dettagli della sparatoria sarebbero stati forniti dalle forze di polizia intervenute sul posto, le quali avrebbero anche dichiarato come i due feriti, trasportati rispettivamente allo Yale-New Haven Hospital e all’Hartford Hospital, siano fuori pericolo.

Il concerto di Meek Mill, ha avuto inizio alle ore 20 del 30 dicembre (ora locale), mentre l’apertura dei cancelli del teatro sarebbe avvenuta sessanta minuti prima, alle 19. Secondo gli agenti, l’episodio si sarebbe verificato quando l’Oaklade era in fase di chiusura (poco dopo le 23). Subito dopo la sparatoria, è stata notata un’automobile la quale, fuggendo, avrebbe urtato un altro veicolo.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.