LUNEDÌ 22 GIUGNO 2015, 002:00, IN TERRIS

USA, CONTINUA LA CACCIA ALL’UOMO PER I DUE EVASI DA DANNEMORA

Richard Matt e David Sweat erano fuggiti il 6 giugno scorso dal carcere di Dannemora, distante 30 chilometri dal confine con il Canada

STEFANO CICCHINI
USA, CONTINUA LA CACCIA ALL’UOMO PER I DUE EVASI DA DANNEMORA
USA, CONTINUA LA CACCIA ALL’UOMO PER I DUE EVASI DA DANNEMORA
Centocinquanta agenti di polizia schierati per una gigantesca caccia all’uomo nella zona di Friendship, tra lo Stato di New York e la Pennsylvania. I ricercati sono Richard Matt e David Sweat evasi il 6 giugno scorso dal penitenziario di massima sicurezza Clinton, sito a Dannemora e distante 30 chilometri dal confine con il Canada. Un testimone ha riferito di aver visto i due uomini lungo i binari della ferrovia a Friendship che è un villaggio di 2mila persone nella contea di Allegany, distante 450 chilometri a sud-ovest della prigione. I due erano fuggiti forando le pareti delle celle con dei trapani elettrici e degli attrezzi pesanti; seguendo poi una serie di tunnel erano fuoriusciti da un tombino all’esterno della struttura.

Il governatore dello stato di New York, Andrew Cuomo, nei giorni scorsi aveva messo una taglia da 50mila dollari su ciascuno degli evasi dichiarando che quella dei due malviventi era stata “un’operazione davvero precisa”. Nessuno, tra l’altro, era mai riuscito a evadere dalla prigione di Dannemora dal lontano 1865, anno della sua inaugurazione. Successivamente la polizia ha scoperto che i due prigionieri sono stati aiutati da Joyce Mitchell, una dipendente che lavorava nella sartoria della prigione. David Sweat, 34 anni, stava scontando l’ergastolo – senza possibilità di ottenere la libertà condizionale – per l’omicidio di un vice sceriffo. Richard Matt, 48 anni, che era stato condannato a vita per aver rapito e ucciso un uomo nel 1997, aveva la possibilità di ottenere la libertà condizionale dopo 25 anni. Nei giorni scorsi oltre 250 poliziotti e uomini dei reparti specializzati erano stati coinvolti al fine di “riportare gli assassini indietro”.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Il Papa incontra Acr
AZIONE CATTOLICA RAGAZZI

Il Papa: "Fissate l'obiettivo sulle periferie"

Udienza del Pontefice ad Acr: "Siate buoni fotografi della realtà che vi circonda"
Il cardinale Camillo Ruini
BIOTESTAMENTO

Card. Ruini: “Così si apre all’eutanasia”

Il porporato intervistato su Repubblica
I coniugi Sherman
TORONTO

Trovato morto il "re" del farmaco generico

Le condoglianze del premier Trudeau
Paolo Gentiloni e Maria Elena Boschi in una foto d'archivio
BRUXELLES

Gentiloni difende il ministro Boschi

Il premier: "Ha chiarito, sarà candidata Pd"
Rahul Gandhi
INDIA

Rahul Gandhi è il leader del Partito del Congresso

Nipote di Indira, succede alla madre, l'italo-indiana Sonia
Il Muro del Pianto
GERUSALEMME

La Casa Bianca: "Il Muro del Pianto è parte di Israele"

Fonti dell'amministrazione: "Impensabile uno scenario diverso". Scontri e morti nella regione