VENERDÌ 28 APRILE 2017, 12:31, IN TERRIS

Un arresto e un'espulsione a Brindisi: "Erano pronti a compiere azioni violente, fino al martirio"

Secondo quanto emerso dalle ricerche degli inquirenti, i due militanti del sedicente Stato Islamico, erano transitati sul territorio italiano con l'intenzione di recarsi in Turchia ma erano stati bloccati ad Ancona

REDAZIONE
Un arresto e un'espulsione a Brindisi:
Un arresto e un'espulsione a Brindisi: "Erano pronti a compiere azioni violente, fino al martirio"
Avevano giurato fedeltà all'Isis, facevano parte di una cellula salafita radicata a Brindisi ma operante a Berlino ed erano pronti a compiere azioni violente fino al martirio. Sono queste le accuse nei confronti di un congolese di 27 anni, che è stato arrestato, mentre un marocchino è invece stato espulso dal territorio italiano.

L'indagine della Digos


E' quanto emerso da un'indagine della Digos di Brindisi, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Lecce e dalla Procura nazionale Antimafia e Antiterrorismo. Il 27enne finito in manette si chiama Lutumba Nkanga, di origine congolese e residente in Germania. In passato era stato ospiete del Centro per rifugiati di Brindisi. Invece, il marocchino, Soufinae Amri, era in contatto con l'autore della strage al mercatino di Natale di Berlino, Anis Amri. Grazie anche alla collaborazione delle forze dell'ordine tedesche, le autorità italiane sono riuscite ad individuare e a neutralizzare la cellula salafita composta da 11 membri. Le indagini erano iniziate lo scorso 24 dicembre, subito dopo l'attentato al mercatino nella capitale tedesca.

In transito in Italia per recarsi in Turchia


Secondo quanto emerso dalle ricerche degli inquirenti, i due militanti del sedicente Stato Islamico, erano transitati sul territorio italiano con l'intenzione di recarsi in Turchia ma erano stati bloccati ad Ancona. Amri era stato espulso ed era quindi tornato in Germania, mentre il congolese, risultato in possesso di un permesso di soggiorno scaduto e per questo era stato trasferito nel Centro di identificazione ed espulsione di Restinco, a Brindisi.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Incendio alla Grenfell Tower di Londra
INCENDIO ALLA GRENFELL TOWER

Al via inchiesta a 6 mesi dalla strage

Il 14 giugno, 71 persone sono morte nel rogo divampato nell'edificio popolare di 24 piani
Uno scatto della mostra
FOTOGRAFIA

Il Salento di inizio '900 negli scatti di Palumbo

Al Museo delle Arti e delle Tradizioni Popolari di Roma la mostra "Visioni del Sud"
Incendi in California
INCENDI IN CALIFORNIA

In fiamme un'area più grande di New York

L'incendio, ormai esteso per circa 700 chilometri quadrati, è divampato lo scorso 4 dicembre
L'intervento dei Vigili del Fuoco al Port Authority Bus Terminal di New York
VIDEO

Il momento dell'esplosione al Port Authority di New York

Le immagini della deflagrazione riprese dalle telecamere di sicurezza del tunnel
Minore sul web
PEDOPORNOGRAFIA

Il 53% delle vittime ha 10 anni o meno

L'allarme è contenuto nell'ultimo rapporto dell'Unicef su web e minori
Le urne del sorteggio di Champions League
CHAMPIONS LEAGUE

Agli ottavi sarà Juve-Tottenham e Shakhtar-Roma

Real Madrid vs Paris Saint Germain e Chelsea vs Barcellona i big match
Incidente stradale a Lecce
OMICIDIO STRADALE

Ubriaco al volante travolge uno scooter: un morto

Il conducente della Bmw 320 è un 35enne di nazionalità bulgara
Auto travolge passanti ai Mercatini di Natale di Sondrio
AUTO CONTRO MERCATINO DI NATALE

Sondrio, il conducente è accusato di strage

Il 27enne ha agito sotto l'effetto di alcol e cannabinoidi