MARTEDÌ 12 FEBBRAIO 2019, 10:06, IN TERRIS

NAPOLI

Un altro caso di malasanità?

Un 72enne è deceduto al San Paolo dopo sei ore di attesa

ANGELA ROSSI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
T

ornano ad accendersi i riflettori sulla sanità partenopea dopo il caso di un uomo di 72 anni, deceduto nell'ospedale San Paolo. Secondo quanto ricostruito dalla Poizia, anche in base alla denuncia fatta dai familiari, l'uomo sarebbe stato portato tre giorni fa nello stesso ospedale per dolori addominali ed sarebbe stato dimesso dopo alcuni accertamenti. Lo scorso 10 febbraio, alle ore 14.30 l'uomo è ritornato in ospedale con gli stessi sintomi, dopo il triage gli sarebbe stato assegnato il codice giallo, ma dopo oltre sei ore di attesa l'uomo è deceduto. 


L'indagine

Il pm, in seguito alla denuncia, ha disposto il sequestro della cartella clinica e l'autopsia. Nel frattempo, il ministero della Sanità ha disposto l'invio di un'ispezione urgente per stabilire se a determinare il decesso abbiano contribuito difetti organizzativi e se siano state rispettate tutte le procedure previste a garanzia della qualità e della sicurezza delle cure. 


La difesa dell'ospedale

Nel frattempo, come riportata l'Ansa, fonti dell'ospedale hanno confermato all'agenzia di stampa nazionale che l'uomo era stato portato tre giorni prima del decesso nel nosocomio ed era stata indicata la necessità del ricovero e aveva rifiutato. Successivamente era stato portato di nuovo in ospedale, in codice rosso, e i medici avevano evidenziato la necessità di un intervento chirurgico urgente. "Abbiamo scritto una relazione su quanto accaduto al paziente, ma c'è un'inchiesta della magistratura, posso solo dire che non ha aspettato sei ore, ma che in cinque ore è stato sottoposto a ecografia, tac, elettrocardiogramma - ha dichiarato all'Ansa Michele Ferrara, direttore sanitario dell'Ospedale San Paolo di Napoli - L'accesso al pronto soccorso è avvenuto alle 15.04. Abbiamo tutti i documenti degli esami che sono stati fatti e del fatto che tre giorni prima avesse firmato per lasciare l'ospedale senza ricovero. Al pronto soccorso abbiamo tutti i medici di provata esperienza. Purtroppo intorno alle 20 era già in arresto cardiaco. Io non difendo ad oltranza i medici dell'ospedale ma tutti i percorsi clinici onestamente mi sembrano siano stati rispettati". 

 

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Il vertice di maggioranza
GOVERNO

Manovra, braccio di ferro sulle microtasse

Frizione Italia Viva-Pd, sospeso il vertice. Bellanova: "Con plastic e sugar tax si rischia il disastro occupazionale"
Pedoni solitari
53° RAPPORTO CENSIS

Italiani sempre più ansiosi e dipendenti da smartphone

Lo scenario politico odierno è affollato da "non decisioni"
Bimba in lacrime al nido
VARESE

Maltratta i bimbi e si apparta col compagno: maestra sospesa

"Guardati, fai schifo", "piangi che così ti passa" sono le frasi rivolte alle piccole vittime del...
Volontarie della croce rossa e personale ospedaliero
SALUTE

Firmato accordo tra Croce rossa e Campus bio-medico

Le crocerossine, con la loro attività di volontariato, supporteranno l’attività infermieristica

Sondaggio che va, sondaggio che viene

Abbiamo sottolineato più volte che la politica ormai è scandita da sondaggi. Bene che vada settimanali....
Parte del manifesto blasfemo apparso a Bologna

Un'offesa alla Mamma Celeste

A Bologna, una festa universitaria diventa blasfema
Donald Trump
KIEVGATE

Via libera all'impeachment: cosa rischia Trump

L'annuncio della speaker Nancy Pelosi ha mandato su tutte le furie il presidente. Ma c'è lo scoglio del Senato
Concilio Vaticano II

Pietro non fa politica

La tentazione è vecchia di due millenni: cercare di tirare la bianca veste verso una parte,...
Palazzo Chigi
GOVERNO

Manovra, salta l'intesa in Cdm

Ok alla riforma del processo civile ma Italia viva fa muro su sugar e plastic tax. Conte: "L'esecutivo va avanti"
AFRICA

Ecco chi sono le 14 persone rapite dall'Isis

La notizia è stata diffusa dal Site
L'elemosiniere di Sua Santità, Konrad Krajewski, e Andrea Riccardi, fondatore della Comunità di Sant'Egidio, mentre accolgono i 33 profughi provenienti da Lesbo a Roma Fiumicino - Foto © Sir
CHIESA IN USCITA

L'elemosiniere del Papa: "Se aprissimo le nostre parrocchie, a Lesbo non ci sarebbero più profughi"

Parla il cardinale Krajewski, giunto a Fiumicino ad accogliere 33 rifugiati
MILANO

Dramma fuori dalla metro, clochard muore di freddo

L'appello del sindaco Sala ai cittadini: "Invitateli ad andare nei centri"