Choc a Trapani, neonato trovato morto con lesioni al cranio

Identificata la madre: è una minorenne di 17 anni. Secondo le ipotesi degli inquirenti, la ragazza potrebbe aver gettato il piccolo dalla finestra. Aveva ancora il cordone ombelicale attaccato

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:13

Un ritrovamento scioccante quello avvenuto all’interno di un complesso residenziale di Trapani, dove il corpicino senza vita di un neonato è stato trovato dai residenti, con evidenti segni di traumi. La scena che si è presentata è stata orribile: il piccolo aveva il cranio fracassato e, a quanto sembra, ancora il cordone ombelicale attaccato. Secondo quanto riferito dalla Squadra mobile di Trapani, il bimbo sarebbe stato gettato dalla finestra di un appartamento, probabilmente dalla sua giovanissima mamma. La ragazza, una 17enne del posto, è stata ascoltata dai pm della Procura dei minori di Palermo, titolari dell’inchiesta. La diciassettenne ha risposto alle domande degli inquirenti, dicendo di aver portato avanti la gravidanza tenendo all’oscuro la propria famiglia, temendone la reazione.

L’ipotesi degli inquirenti

Secondo le ipotesi formulate dagli inquirenti, la ragazza potrebbe aver gettato il piccolo dalla finestra. Il bimbo è stato ritrovato effettivamente in corrispondenza dell’affaccio dell’appartamento dove la diciassettenne vivrebbe con i suoi genitori. I quali avrebbero spiegato alle Forze dell’ordine di non essersi accorti della gravidanza della figlia. La giovane è stata portata per accertamenti nel reparto di ostetricia e ginecologia dell’ospedale Sant’Antonio Abate di Trapani.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.