MERCOLEDÌ 13 GIUGNO 2018, 16:45, IN TERRIS

ROMA

Torna in Italia il "re" del narcotraffico col Sudamerica

Estradato il boss della Camorra Pasquale Fiorente. Tra i suoi corrieri anche la "dama bianca"

REDAZIONE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
L'arrivo di Fiorente a Fiumicino
L'arrivo di Fiorente a Fiumicino
E'

 rientrato in Italia da Santiago del Cile Pasquale Fiorente, personalità di spicco della Camorra, uno dei "re" del narcotraffico, arrestato nel dicembre 2016 nella capitale cilena a seguito di un mandato di cattura internazionale. Ad accompagnarlo gli uomini del Servizio per la Cooperazione internazionale di polizia (Scip). 


Boss

Quarant'anni, originario di Torre Annunziata (Napoli), Fiorente era dedito al traffico di stupefacenti dal Sudamerica all'Italia, attraverso voli settimanali. La droga era trasportata tramite un sistema di trolley. Fra i corrieri utilizzati in passato figura il nome di Federica Gagliardi, la "dama bianca" arrestata nel 2013 all'aeroporto di Fiumicino con 25 kg di cocaina nel borsone da viaggio. La partita era destinata ad Alessandro Fiorente, fratello e socio d'affari di Pasquale. 


La latitanza

Negli anni Fiorente si era assicurato la latitanza in sudamerica grazie a un sistema di connivenze con ambienti locali e ad identità false, "garantite" da documenti contraffatti. Il nome più utilizzato dal narcotrafficante sarebbe stato quello di Pier Paolo Colonnello Vargas. Pseudonimo che sarebbe la combinazione del nome di battesimo del giudice napoletano che indagava su di lui (Pier Paolo), del grado di "colonnello" (in spregio alle forze dell'ordine) e del cognome Vargas, omaggio al calciatore Eduardo Vargas, con trascorsi nel Napoli di cui Fiorente è grande tifoso. Durante la sua attività - svolta insieme ai cartelli criminali di Messico, Repubblica Dominicana, Bolivia e Brasile - sarebbe riuscito a far arrivare in Italia tra gli 800 chili e la tonnellata di stupefacenti.


L'arresto

Al momento dell'arresto, eseguito dall'Interpol, Fiorente aveva con sé 50 kg di cocaina. Condannato a 5 anni in Cile ha scontato i primi mesi nel carcere di Iquique. Qui, tuttavia, ha tentato più volte l'evasione grazie ai legami con i clan locali che hanno assaltato il penitenziario a colpi di kalashnikov. Successivamente è stato trasferito nel carcere di massima sicurezza di Santiago del Cile. La sua estradizione è stata curata dal personale dell'Interpol di Roma. Dopo l'arrivo a Fiumicino è stato trasferito nel carcere di Regina Coeli. Nei suoi confronti sono state emesse 3 ordinanze di custodia cautelare. 

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Il crollo a Montelupo Fiorentino
FIRENZE

Crolla muro a Montelupo: evacuate 5 famiglie

Il Sindaco: "Ho temuto il peggio, zona altamente frequentata per la presenza di ristoranti"
Giuseppe Conte in Senato
IL VOTO

Mes, il governo supera lo scoglio del Senato

Ok delle Camere alla risoluzione della maggioranza ma il M5s si spacca sui dissidenti
ISTRUZIONE

E' boom di ripetizioni

Uno studente su tre prende lezioni private per alzare la media dei voti o per recuperare il deficit di apprendimento nelle aule...
FONDO SALVA STATI

Conte in Parlamento: non dividiamo l'Ue

Le comunicazioni del premier in vista del Consiglio Europeo del 12 e 13 dicembre. Tre parlamentari M5S pronti a passare alla...
Dettaglio dei graffi sulla Luna di Saturno, Encelado
SPAZIO

Chi ha graffiato la superficie di Encelado?

Ecco cosa sta succendento sulla luna di Saturno
Marta Cartabia
CORTE COSTITUZIONALE

Cartabia presidente: prima donna a guida della Consulta

Il suo mandato durerà nove anni ma sarà di portata storica: "Ho rotto un cristallo, spero di fare da...
Una studentessa nell'Università di Tokyo - Foto © Andrea DiCenzo per The New York Times
DISCRIMINAZIONE

Ragazze sempre più sole nelle università giapponesi

La denuncia del New York Times. In poche accedono a un'alta formazione
Un frame del video della conferenza di presentazione del calendario Fec
ROMA

I tesori dell'arte sacra diventano un calendario

Presentato al Viminale l'annuario del Fec 2020 con i paramenti liturgici e gli arredi religiosi di proprietà del...
Carlo Ancelotti
CALCIO

Ancelotti, due notti di Champions come regalo d'addio

L'esonero arriva dopo il 4-0 al Genk che vale gli ottavi, quando tutti pensavano forse all'inizio del rilancio...
L'arcivescovo Pennisi con l'Igumeno del monastero di San Pietro, Mosca
IL DIALOGO COME MISSIONE

Monreale-Mosca, l'ecumenismo della cultura

In Russia gli arcivescovi Pennisi e Pezzi attuano la "geopolitica della misericordia" di papa Francesco per...
IL PUNTO

Cosa bolle in Parlamento

Tra fondo salva-Stati e legge elettorale, continua il dialogo nella maggioranza
BRESCIA

Bimbo investito a Coccaglio: fermato il pirata della strada

Alla guida della vettura che ha travolto il piccolo e la sua mamma una ragazza di 22 anni